Ligue 1, in arrivo nuove misure nel Campionato

Dopo la turbolenta stagione nel campionato francese, la dirigenza della Ligue 1 ha preso nuove misure con l’inizio del nuovo campionato. Nella speranza di limitare l’intensa violenza a cui abbiamo assistito lo scorso anno nei suoi tribunali. La LFP, l’organo di governo del calcio, ha tentato senza successo di reprimere le violenze con misure disciplinari, ma senza successo.

Dopo di che i francesi hanno deciso di adottare misure drastiche per prevenire la violenza: “Dobbiamo far uscire i criminali dagli stadi”, come ha detto Vincent Labrune, presidente della LFP, durante l’Assemblea Generale della Federazione francese (FFF).

La volontà della Lega è quella di riprendere il controllo della sicurezza del campionato. Così la LFP aveva già avviato un’indagine con la nomina del criminologo Alain Bauer, responsabile di un reportage sulla perversità dei tifosi la scorsa stagione. Le conclusioni sono attese per settembre.

Un protocollo per le corse ad alto rischio

Secondo quanto riferito, la LFP ha attuato quanto deciso nella riunione interministeriale sulla violenza negli stadi nel dicembre 2021.

 Questo incontro con i tre ministeri (Interno, Sport e Giustizia) aveva portato a diverse riforme per il futuro. Ad esempio, le piazzole dovevano essere dotate di dispositivi di sicurezza antiproiezione (reti di sicurezza) e anti-sfondamento (reti, plexiglas, transenne, fosse) che potevano essere rimossi e attivati ​​su segnalazione del prefetto o del Dipartimento Nazionale Teppismo.( DNLH) .

Infatti, per la nuova stagione che è già iniziata, il protocollo di sicurezza è in fase di rafforzamento. L’organismo chiede ai club di aggiungere altro alle misure di sicurezza già in atto, soprattutto per le partite ritenute ad alto rischio.

La Lega ha anche chiesto ai 40 membri di Ligue 1 e Ligue 2 di installare barriere anti-intrusione e reti protettive per le partite. La Lega ha lasciato la scelta ai club: una gabbia, una rete articolata, un sistema di barriera a “fisarmonica” o cordata “sistema Wembley”, protezioni in plexiglas agli angoli.

Nelle specifiche nulla è obbligatorio per ogni gara di campionato. Ad esempio, un club della Ligue 1 non è obbligato a installare una rete in modo permanente. D’altra parte, i dispositivi devono essere mobilitati al minuto, se necessario. Oppure se la partita è classificata a rischio, gli steward possono chiedere l’attivazione del dispositivo e quindi il club deve essere pronto.

Rapporto della polizia, divieto di bottiglia di plastica

I club devono anche recuperare anni di investimenti insufficienti in sicurezza. All’inizio dell’anno nessun club della Ligue 2, ad esempio, aveva una rete di sicurezza. Quindi negli ultimi giorni le reti sono state piazzate sugli spalti, nella maggior parte dei casi nelle aree ospiti. “I club investono molto nella sicurezza degli stadi, senza nemmeno il mandato della LFP”, confida il presidente della Ligue 1. L’immagine della “gabbia” eretta ad Ajaccio ha suscitato commenti positivi.

La LFP ha anche inserito nei suoi regolamenti il ​​divieto di bottiglie di plastica negli stadi. Questi potrebbero essere usati come missili, come la scorsa stagione. I milioni di euro iniettati dal fondo di investimento CVC nel campionato francese dovrebbero consentire anche ai club di investire in questa infrastruttura.

Secondo quanto riportato, anche molte altre novità vedranno la luce.

All’inizio di luglio, durante il seminario LFP con gli ufficiali di sicurezza delle squadre di Ligue 1 e Ligue 2 a Tolosa, i club hanno rivisto tutti i possibili scenari con simulazioni di incontri di crisi (lancio di oggetti, invasione di campo…).

Dalla fine di giugno si decise di avere un agente che avrebbe riferito direttamente alla direzione della polizia (come a Parigi oa Sainte-Etienne). Già 12 club sono in trattative per attuare questa decisione, che come idea è iniziata nel 2019 in diversi club in Francia.

Questo ufficiale sarà in contatto con le parti interessate di una partita, responsabile della comunicazione. Dovrebbe inoltre consentire la riduzione delle tensioni e facilitare il processo decisionale. Infine, un pezzo, che richiede un intervento politico, è allo studio della LFP: la realizzazione di ippodromi specializzati. Questo personale di sicurezza privato, appositamente formato per intervenire negli stadi della major league, potrebbe essere accreditato dalla Lega. L’obiettivo è semplice: avere personale competente con ottima conoscenza del recinto.

Una stagione inquieta è prevista dalle amichevoli

“Le scene a Nizza o Rennes durante le amichevoli pre-stagionali non consentono di essere ottimisti prima dell’inizio della stagione”, confida un agente di polizia specializzato in elevazioni.

Bisogna stare attenti nelle prime giornate di campionato, sicuramente daranno il tono alla nuova stagione in Francia”.

La scorsa stagione, una partita è stata sospesa nella prima giornata tra Montpellier e Marsiglia dopo che un oggetto è stato lanciato contro un giocatore del Marsiglia.

Le ultime amichevoli tra squadre della Ligue 1 e alcuni club stranieri fanno ancora temere il peggio. Negli ultimi giorni sono scoppiati scontri tra diversi gruppi di fan. Durante l’amichevole del Nizza contro il Torino, una dozzina di “Ultras” del club italiano sono stati arrestati a bordo campo dalla polizia. I tifosi inglesi dell’Aston Villa sono stati attaccati dai tifosi del Rennes subito dopo l’amichevole tra la squadra britannica e l’Aston Villa. Risultato: due feriti.

Anche i fan danno suggerimenti

Non è ancora una vittoria per i tifosi, solo un primo passo. Ad inizio stagione le autorità, i club e la LFP sembrano voler dialogare con i tifosi organizzati.

Resta da vedere se la Francia supererà ancora una volta i 150 divieti di viaggio in Ligue 1 e Ligue 2 in questa stagione. I rappresentanti dei tifosi vogliono ottenere una riduzione delle sanzioni collettive imposte dal comitato disciplinare della LFP.FDD

“Abbiamo avuto colloqui molto regolari con la LFP durante l’estate, confida Kylian Valentin, rappresentante della National Fans’ Association. Continueremo queste conversazioni nelle prossime settimane.

Al momento non ci sono commenti da parte dei club dei tifosi sulle reti e le gabbie installate negli stadi, ma sarà materia di discussione.

In attesa del rapporto Bauer

E’ tuttora in corso la stesura della relazione richiesta dalla LFP ad Alain Bauer. Le conclusioni sono attese per fine settembre, attualmente sono in corso le interviste ai vari giocatori del campionato. Per Kylian Valentin, rappresentante di ANS, l’uomo “non è adatto” a scrivere questo rapporto.

Secondo i rapporti, il criminologo è alla ricerca di soluzioni su misura per i problemi locali. Il rapporto dovrebbe fornire soluzioni in presenza di accordi preliminari tra LFP, club e autorità locali prima della pubblicazione.

Questa relazione dovrebbe anche evidenziare punti di accordo e punti di divergenza tra le varie parti.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball. com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: