Terry Neill, Il mondo del calcio piange per la leggenda nordirlandese

Terry Neill è stato un calciatore dotato di “tenacia, visione e leadership naturale”, ha detto l’Arsenal FC dopo la morte dell’ex capitano e allenatore dell’Irlanda del Nord.

Neill, che ha anche allenato e guidato i Gunners, è morto  all’età di 80 anni.

Ha guidato la squadra alla gloria della FA Cup del 1979 in una serie di tre finali consecutive.

L’ex calciatore, nato a Belfast nel 1942, è entrato nei ranghi della squadra giovanile del Bangor e in seguito ha giocato per l’Arsenal, entrando a far parte del club per £ 2.500 nel 1959 all’età di 17 anni.

Nel 1962, il ventenne è diventato il capitano più giovane del club, un record che è ancora valido. Ha giocato per la squadra per 11 anni e ha gestito la squadra tra il 1976 e il 1983.

Il signor Neill ha giocato in oltre 270 partite per il club prima di trasferirsi a Hull City, dove ha concluso i suoi giorni da giocatore.

Ha ottenuto 59 presenze con l’Irlanda del Nord e ha avuto un lungo periodo come allenatore part-time della squadra tra il 1971 e il 1975.

Quando gli è stato chiesto chi fosse il primo nome nel suo roster quando era un giocatore-allenatore, ha risposto: “Io, poi George Best e Pat Jennings”.

Era orgoglioso di dire di aver segnato l’unico gol della partita l’ultima volta che l’Irlanda del Nord ha battuto l’Inghilterra a Wembley, quando hanno battuto la squadra di Alf Ramsey nel maggio 1972.

La FA irlandese ha condiviso una vecchia foto del grande calciatore con le parole: “I pensieri di tutti nella FA irlandese sono con la famiglia di Terry Neill, che è purtroppo scomparso all’età di 80 anni”.

Gli omaggi sono stati guidati dal club in cui ha scritto la storia, con l’Arsenal che ha elogiato la combinazione di “tenacia, visione e leadership naturale” che ha portato a una carriera da giocatore “illustre”.

“Anche se non ha più lavorato nel management, Terry è rimasto una presenza regolare a Highbury e poi all’Emirates Stadium, anche come famoso opinionista televisivo e editorialista in numerose pubblicazioni”, ha detto il club.

Il suo carattere più grande della vita e la volontà di parlare di calcio con tutti lo hanno sempre reso una figura amata nel club nei giorni delle partite.

“Lo status di Terry Neill come capitano e allenatore del club lo ha reso una grande influenza sull’Arsenal nel 20° secolo.

Il suo fantastico contributo – e in effetti il ​​suo carattere – sarà sempre apprezzato da tutti coloro che sono legati al club.

“I nostri cuori vanno alla famiglia di Terry e agli amici intimi in questo momento difficile”.

Il Bangor FC ha espresso la sua “grande tristezza” per la perdita del loro ex giocatore, che ha recentemente partecipato a un evento speciale al club. “Terry è stato un ospite speciale alla nostra celebrazione del centenario e ha condiviso storie della sua carriera con Arsenal, Spurs e Irlanda del Nord”, ha spiegato il club in un tweet.

“I nostri pensieri sono con la famiglia e gli amici di Terry in questo momento.”

Anche il famoso fan ed emittente dell’Arsenal Piers Morgan si è rivolto ai social media per rendere un commovente tributo.

“[Era un] La leggenda dell’Arsenal, e un personaggio così caldo, divertente e appassionato. Una notizia molto triste”, ha scritto.

L’ex difensore del Liverpool Mark Lawrenson afferma che Neill ha cercato di ingaggiarlo quando era a capo dell’Arsenal.

“Ho scelto il Liverpool. Ogni volta che lo incontravo mi chiamava “colui che è scappato”. Terry amava la vita. Ci mancherà”, ha aggiunto.

L’ex esperto sportivo dell’Arsenal Ray Parlor si è detto “assolutamente devastato” dalla notizia.

“Mi sono divertito moltissimo a parlare del suo tempo e del mio tempo. Leggenda e top man”, ha twittato.

Anche la Football Writers’ Association (FWA) ha espresso tristezza per la morte.

“Siamo rattristati nell’apprendere che Terry Neill, che ha avuto una carriera di successo come giocatore e allenatore e un tempo ha ospitato le riunioni del comitato FWA, è morto”, ha detto. dichiarato.

Il signor Neill lascia la moglie Sandra, due figlie e quattro nipoti.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball.com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: