Esclusiva, Thodoros Karapetsas : “Il calcio femminile arriverà molto in alto”

Thodoros Karapetsas ha parlato in esclusiva a Sportpress24 con Manos Staramopoulos del calcio femminile, della sua squadra dello Zurigo, di come vede svilupparsi questo progetto e molto altro : 

Innanzitutto, qual è esattamente il tuo ruolo nella squadra femminile di Zurigo?

• Sono il capo dello sport dell’FC Zurich Women. Insieme al mio collega Pascal Troentlé e alla commissione di gestione siamo responsabili dell’intero dipartimento femminile dell’FC Zurigo. A cominciare dall’intera formazione di tutte le nostre ragazze in accademia, gestione dei talenti di tutte le nostre nazionali, selezionando allenatori, specialisti e staff generale, per finire con la nostra prima squadra: trattative di trasferimento con agenti/club o giocatori, organizzando tutto attorno alla nostra prima squadra , la campagna della UEFA Women’s Champions League ecc. Inoltre, abbiamo la competenza per trasformare concettualmente tutte le nostre esperienze in un’istruzione specifica e unica all’FC Zurich Women.

A che livello è il calcio femminile in Svizzera?

• Al momento la Lega Svizzera è una lega molto buona e apprezzata all’estero con un carattere educativo. C’è molto slancio nel calcio femminile svizzero, in particolare all’FC Zurigo. Abbiamo completamente cambiato il nostro modo di educare i nostri giocatori: ogni posizione ha un profilo preciso, basato su requisiti tecnici, atletici e tattici.

Vediamo che negli USA e nei paesi del Nord Europa, a livello nazionale, la loro retribuzione è ormai la stessa di quella degli uomini

• Fondamentalmente devo dire che ogni singola nazione deve decidere come vuole spingere l’intera ondata di calcio femminile. Il Credit Suisse, il principale partner del calcio svizzero, ha deciso che a livello nazionale A entrambe le squadre guadagneranno gli stessi bonus. Ovviamente il denaro ha un’influenza sullo sviluppo del calcio femminile. Ma anche molti altri fattori sono importanti, come la copertura mediatica.

La tua squadra, lo Zurigo, è ancora una delle favorite per il nuovo campionato?

• La scorsa stagione abbiamo vinto la Coppa nazionale e il campionato nazionale. Ovviamente vogliamo difendere i nostri titoli e fare il passo successivo a livello internazionale: la fase a gironi della UEFA Women’s Champions League.

A livello internazionale, oltre al Barcellona, ​​quali altre squadre saranno le protagoniste della nuova Champions League?

• Difficile da dire. L’Uefa Euro in Inghilterra è ancora in corso e non so come torneranno i giocatori nei loro club. Olympique Lyon, VFL Wolfsburg e Chelsea FC sono sicuramente gli aspiranti UWCL, così come il Barcellona.

Com’è la vita di una calciatrice in Svizzera?

• Questo è difficile da generalizzare in Svizzera. Abbiamo ragazze nella nostra prima squadra, vanno ancora a scuola, o in scuole completamente specializzate sullo sviluppo dei talenti. Altri stanno già imparando un lavoro con un apprendistato. Altri stanno studiando. I giocatori più anziani lavorano e giocano. I giocatori professionisti vivono come un professionista. Ci alleniamo al mattino così come nelle sessioni serali.

Quale pensi sia la migliore al mondo in questa stagione e che reclamerà il Pallone d’Oro?

• Ci sono giocatori molto bravi in ​​questo momento. I miei preferiti offensivi personali: Diani, che riesce sempre a creare qualcosa e ha molta velocità. Sam Kerr è un attaccante molto intelligente ed efficace in area. I miei difensori personali sono Millie Bright e Wendie Renard.

Raccontaci alcune cose su di te, professionalmente o meno. Sei nato in Grecia o in Svizzera?

• Sono nato in Svizzera, a Zurigo. I miei genitori sono nati in Grecia, entrambi vengono da Kozani (Livadero).

• A 4 anni ho iniziato a giocare a calcio al Grasshopper Club Zurigo. Sono arrivato in prima squadra, dove ho firmato per la prima volta un contratto da professionista a 16 anni. Ho fatto parte della nazionale greca Under 19. Dopo alcuni infortuni sono passato dalla Swiss Challenge League (il secondo campionato più alto della Svizzera) alla Super League in Grecia, dove ho giocato per l’AO Kerkyra. Dopo aver subito lesioni e operazioni ai legamenti crociati e due anni di Reha ho deciso di concludere la mia carriera di calciatore professionista.

• Sono diventato un personal trainer di calcio. Inoltre ho fatto allenamenti personali per diversi atleti di diversi sport, dove ho potuto trasportare tutte le mie esperienze a giovani atleti. Parallelamente apro il mio centro fitness, completo specializzato nell’allenamento individuale. Ho conseguito il diploma di allenatore presso la Federcalcio svizzera, ora partecipo al corso UEFA A.

• A gennaio 2022 Pascal ed io abbiamo deciso di rilevare l’FCZ Women.

Thodoros Karapetsas ha 32 anni (25.07.1990). È sposato con Dimitra Karapetsa e hanno un figlio di 7 mesi (28.12.2021). Da calciatore ha giocato come centrocampista centrale (trequartista). Particolarmente talentuoso, da giovane ricevette diverse offerte dall’estero (a 14 anni fu invitato dal Milan per 2 settimane (fu all’epoca in cui la nazionale greca fu incoronata Campione d’Europa nel 2004). Ma è stato estremamente sfortunato poiché gli infortuni gli hanno impedito di sviluppare il suo talento

Articolo a cura di Manos Staramopoulos – Sportpress24.com

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: