Yezenia Navarro : “80000 posti non basteranno per Messico-Argentina”

L’attesa cresce in Qatar in vista della prima Coppa del Mondo FIFA™ in Medio Oriente e nel mondo arabo, e tra coloro che sono pieni di eccitazione c’è Yezenia Navarro.

La 38enne influencer dei social media e madre di tre figli è stata un membro attivo della comunità messicana del Qatar negli ultimi 11 anni e non vede l’ora che le partite che coinvolgono El Tri al torneo di quest’anno, che si svolgerà dal 21 novembre al 18 dicembre .

Il Messico è stato sorteggiato nel Gruppo C insieme ad Argentina, Polonia e Arabia Saudita e molte migliaia di tifosi si recheranno in Qatar per il torneo. Navarro crede che la famosa ospitalità del mondo arabo farà sentire i tifosi messicani in Qatar come a casa.

Cosa ha portato te e la tua famiglia in Qatar nel 2011?

Siamo venuti in Qatar grazie ad un’opportunità di lavoro e ad un sogno. A dire il vero, come molte persone, non sapevo nulla del Qatar; Non sapevo nemmeno dove si trovasse il Qatar. Pensavo di andare in un paese dove non sarei stato in grado di fare nulla e pensavo che la mia carriera sarebbe finita. Non sapevo che era solo l’inizio perché la maggior parte dei miei obiettivi e sogni diventassero realtà.

Come sei diventato un influencer dei social media?

Ho studiato comunicazione all’università e ho un diploma in recitazione. In Messico, ho partecipato a cortometraggi, film, soap opera, spettacoli teatrali, sfilate di moda, spot pubblicitari e servizi fotografici come attrice e modella. Ho iniziato a utilizzare i social media per condividere le nostre esperienze in Qatar con la mia famiglia e i miei amici in Messico, così ho potuto dimostrare che il Paese è molto sicuro e pieno di opportunità. A causa del mio interesse per la moda, la bellezza, la famiglia, i viaggi e lo stile di vita, il mio Instagram ha iniziato a crescere con follower femminili non solo dal Messico, ma anche da questa regione. Quando ho partecipato ai Mondiali del 2018 in Russia, ho iniziato a condividere la mia passione per il calcio e anche il mio numero di seguaci maschi ha iniziato a crescere.

Come descriveresti lo stile di vita qui in Qatar?

È occupato ma divertente. C’è sempre qualcosa da fare, quindi non mi annoio mai. Ci sono così tanti eventi artistici e culturali, oltre a cose che puoi fare con la tua famiglia. Ci sono anche eventi sportivi e di moda. Per me è super divertente vivere in Qatar, dato che sono sempre impegnato. Ho conosciuto molte celebrità e ho partecipato a molti eventi a cui non avrei mai immaginato di poter partecipare.

L’aspetto multiculturale del Qatar rende il Paese interessante?

Per me, ho imparato da molte culture diverse che vivono in Qatar. Sento che la mia mente è più aperta perché ho amici da tutto il mondo. So che quando vado in qualsiasi altro paese, avrò un posto dove stare, ed è lo stesso per i miei figli. Sono cresciuti in questo paese multiculturale, dove imparano a rispettare e accettare altre culture e tradizioni diverse dalla nostra.

Cosa ti piace di più fare qui in Qatar?

Mi piace esplorare Doha, incontrare nuove persone e provare i diversi ristoranti e cibi perché hai cucine da tutto il mondo. Adoro il fatto che il Qatar sia sempre in crescita, in continuo cambiamento, sempre diverso e che ci siano sempre nuovi posti da visitare. Per me, quello che mi piace di più è andare agli eventi. Ci sono sempre cose nuove che vengono portate qui per il divertimento dei cittadini e dei residenti.

Secondo te, quali sono i luoghi “imperdibili” da visitare in Qatar?

Ogni volta che ho un visitatore dal Messico o da qualsiasi altro paese, lo porto sempre al Museo Nazionale del Qatar e al Museo di Arte Islamica. Se ho tempo, vado alle corse dei cammelli, allo Sheikh Faisal Museum, The Pearl e Lusail. Mi piace andare in tutti gli stadi della Coppa del Mondo e nei centri commerciali come Al Hazm e Place Vendome. Mi piace anche andare alla Corniche per un tour su una barca dhow ed esplorare le dune di sabbia nel deserto.

A quali eventi calcistici hai avuto l’opportunità di partecipare qui in Qatar?

Ho adorato la Coppa del Mondo per club FIFA nel 2019 e nel 2020 perché avevamo due club messicani diversi a Rayados e Tigres. Adoro avere i messicani qui in Qatar, ma è stato difficile nel 2021 perché è stato durante la pandemia, quindi solo i messicani locali sono stati in grado di andare a sostenere i Tigres. Tuttavia, la FIFA Arab Cup è stato il più grande evento calcistico a cui ho partecipato perché abbiamo avuto persone in visita da diversi paesi della regione, quindi questo ci ha dato un piccolo assaggio di come sarà la Coppa del Mondo, quindi è stato fantastico.

Che consiglio daresti ai tifosi che verranno in Qatar per i Mondiali?

Il mio consiglio è di non aver paura di venire qui. Il Qatar non è come è stato ritratto in alcuni media. È divertente e le persone qui sono molto simili ai latinoamericani. Sono molto accoglienti e vicini alle loro famiglie. Se vai in qualsiasi casa o majlis del Qatar, ti daranno da mangiare finché non potrai più mangiare. Le persone dovrebbero venire in Qatar per godersi la cultura e le tradizioni, rispettando le cose che sono diverse. Diverso è bello e il Qatar è bello.

Avere molti familiari e amiciin Messico ti ha contattato per stare a casa tua durante i Mondiali?

Ho avuto così tante persone che mi hanno contattato e che volevano stare con me, ma sfortunatamente non posso ospitare 100 persone a casa mia. Anche i miei amici dell’asilo con cui non parlo da anni mi hanno contattato. La mia casa sarà aperta per la mia famiglia più stretta, come i miei genitori e fratelli, e forse anche per alcuni amici.

Il Messico giocherà le partite del girone di Coppa del Mondo allo Stadio 974 e al Lusail Stadium. Non vedi l’ora di immergerti nell’atmosfera di questi luoghi?

Sono così entusiasta di vedere il Messico giocare al Lusail Stadium contro l’Argentina, perché ho molti amici dall’Argentina. Ci sono stato e lo adoro. Non vedo l’ora di vederlo pieno di fan. Non credo che 80.000 posti saranno sufficienti per quella partita, perché messicani e argentini sono davvero grandi fan della loro nazionale.

Come pensi se la caverà il Messico al Qatar 2022?

Prego che il Messico possa andare lontano in questa Coppa del Mondo. Si spera che raggiungano di nuovo i quarti di finale e questa volta vincano. Nel calcio non si sa mai cosa può succedere, quindi spero che facciano meglio dei precedenti Mondiali e raggiungano un livello più alto.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball. com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: