Il Qatar sfrutta la piattaforma FIFA World Cup per aumentare la consapevolezza delle strategie di riduzione della plastica attraverso One Tide

Per celebrare la Giornata mondiale dell’ambiente di quest’anno, il Comitato supremo per la consegna e l’eredità (SC) ha ospitato una serie di seminari per aumentare la consapevolezza delle strategie di riduzione della plastica.

I workshop si sono svolti durante la campagna della One Tide Week, che si è svolta dal 29 maggio al 4 giugno. Organizzati da SC e Seven Clean Seas nell’ambito del programma One Tide, i workshop hanno fornito alle organizzazioni locali strumenti e strategie per affrontare i rifiuti di plastica, che costano all’economia globale circa 80 miliardi di dollari all’anno.

Oltre ai workshop, la campagna ha incluso una tavola rotonda sulle future raccomandazioni politiche per affrontare l’inquinamento da plastica in Qatar, con un focus particolare sui settori del paese che supportano direttamente la consegna della Coppa del Mondo FIFA. I partecipanti hanno anche appreso degli sforzi dell’SC per ridurre il consumo di plastica durante i principali tornei, inclusa la FIFA Arab Cup™, che si è tenuta a novembre e dicembre dello scorso anno.

Ing. Bodour Al Meer, Direttore Sostenibilità di SC, ha dichiarato: “Siamo determinati a sfruttare la piattaforma della Coppa del Mondo FIFA per aumentare la consapevolezza su importanti questioni ambientali e promuovere l’azione tra le persone e le imprese. Campagne come One Tide Week aiutano a focalizzare l’attenzione su questioni importanti come i rifiuti di plastica e promuovono modi per ridurre l’inquinamento da plastica. Con strategie mirate e sforzi concertati, tutti possiamo fare la nostra parte per aiutare l’ambiente”.

Majed Al Mansoori, Sustainability Specialist presso l’SC, ha dichiarato: “Il nostro obiettivo è lasciare un’eredità sostenibile molto tempo dopo la Coppa del Mondo FIFA. Aumentare la quantità di riciclaggio della plastica ed evitare la plastica monouso ci aiuterà a raggiungere i nostri obiettivi e seminari come quelli tenuti durante la One Tide Week ci spingeranno più vicini ai nostri obiettivi”.

Durante i workshop, sono state condivise strategie per rendere più rispettosi dell’ambiente riunioni, conferenze e festival, mentre i partecipanti hanno anche discusso su come ridurre il numero di prodotti di merchandising realizzati in plastica.

“One Tide è stato effettivamente creato come punto di incontro per tutte le grandi iniziative di sostenibilità che si stanno svolgendo qui in Qatar”, ha affermato Tom Peacock-Nazil, fondatore e CEO di Seven Clean Seas. “L’obiettivo principale di One Tide Week era riunire tutti e portare più approfondimenti e informazioni per aiutare davvero a spingere in avanti il​​movimento per la sostenibilità”.

I partecipanti al seminario hanno accolto con favore l’opportunità di imparare e collaborare sul tema dei rifiuti di plastica e su come possono avvantaggiare le imprese e le organizzazioni che rappresentano. “Siamo molto lieti di avere seminari come questi in Qatar”, ha affermato Nasser Al Khalaf, CEO dell’azienda alimentare del Qatar Agrico. “Il nostro obiettivo è trasformare il Qatar in un paese più verde, quindi questi seminari sono una grande opportunità per incontrare esperti del settore e conoscere le aziende di riciclaggio. È una meravigliosa opportunità di networking”.

One Tide continuerà a informare e coinvolgere persone e aziende in Qatar per tutto il 2022, mentre il paese si prepara a ospitare la prima Coppa del Mondo FIFA™ in Medio Oriente e nel mondo arabo. Il programma fornirà aggiornamenti regolari sui social media sui progetti di riduzione della plastica e spiegherà i danni che i rifiuti di plastica stanno causando agli oceani e alla vita marina del mondo.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball.com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com

 

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: