L’Hallesche FC piange Bernd Bransch, il grande “Branscher”

L’Hallesche FC piange la scomparsa di uno dei suoi più grandi idoli. Bernd Bransch è morto l’11 giugno 2022 all’età di 77 anni dopo una lunga e grave malattia.

È stato il calciatore di Halle di maggior successo di tutti i tempi, ha indossato la maglia della nazionale 72 volte e ha vinto medaglie d’oro e di bronzo alle Olimpiadi. Bernd Bransch è stato due volte calciatore dell’anno della DDR.

Il “Branscher” lascia un grande vuoto nel club, il capitano di lunga data è stato senza dubbio uno degli ambasciatori più importanti nella storia dell’Hallesches FC.

“A nome di tutti i membri, giocatori attivi, tifosi, sponsor, dipendenti e rappresentanti del comitato, vorrei esprimere le nostre più sentite condoglianze alla famiglia di Bernd Bransch.

Spetta a tutti noi custodire la memoria del nostro socio onorario, una delle personalità più importanti del club e il più importante ambasciatore della città di Halle, e continuare la sua eredità”, spiega il presidente dell’HFC Jens Rauschenbach.

Da adolescente, Bernd Bransch ha inizialmente giocato in attacco, per poi passare alla difesa e celebrare i suoi più grandi successi come libero. All’età di 19 anni, Bernd Bransch, che da bambino ha imparato le basi del calcio al Motor Halle, è stato per la prima volta nella squadra della massima serie dell’SC Chemie Halle.”

Il “Branscher”, come lo chiamavano i suoi compagni di squadra e amici, ha giocato quasi 300 partite di prima divisione per SC Chemie e HFC Chemie.

L’uomo di Halle ha vestito 72 volte la maglia della nazionale della RDT. Nel 1974 ha guidato la squadra come capitano ai Mondiali e nella leggendaria partita tedesco-tedesca contro l’eventuale campione Franz Beckenbauer. Nello stesso anno, come nel 1968 nella RDT, è stato votato “Calciatore dell’anno”.

Due anni dopo, Bernd Bransch ha coronato la sua carriera con la vittoria olimpica a Montreal. Nel 1972 aveva già vinto una medaglia di bronzo con la squadra olimpica della Germania dell’Est a Monaco.

Inoltre, Bernd Bransch apparteneva alla squadra dell’HFC che perse il compagno di squadra Wolfgang Hoffmann nella tragedia di Eindhoven nel 1971 nel devastante incendio dell’hotel.

Il fuoriclasse del calcio è sempre rimasto vicino al “suo” HFC, anche quando nel 1977 ha appeso le scarpe da calcio al chiodo. Come presidente del club, ha vissuto il breve episodio di Halle negli affari professionistici della 2a Bundesliga nella Germania riunificata.

Dopo l’inizio del millennio, il veterano dell’Halle era ancora nel consiglio di amministrazione della squadra di terza divisione all’età di 70 anni, era sempre legato alla squadra tradizionale e frequentava regolarmente le partite casalinghe del suo club fintanto che la sua salute lo consentiva. 

L’HFC saluta uno dei grandi. Riposa in pace Branscher.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball.
com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: