Verso Qatar 2022 : “I tifosi tunisini porteranno passione ed entusiasmo sugli spalti”

Per i tifosi tunisini, la qualificazione per il Medio Oriente e la prima Coppa del Mondo FIFA™ del mondo arabo ha un significato speciale. Migliaia di persone si recheranno in Qatar per il torneo, portando colore e passione sugli spalti, mentre la loro nazione mira a scrivere la storia al 22esimo ospite dell’evento.

“Saremo tra la nostra gente, tra la nostra stessa famiglia in Qatar. Non solo c’è già una consistente comunità tunisina in Qatar, ma molti tifosi verranno al torneo per tifare per la nazionale tunisina, sostenendo anche tutte le squadre arabe e celebrando questo traguardo importante del Qatar”, ha affermato Nehrou Elarabi, l’addetto tunisino affari al Qatar.

Gli Eagles of Carthage faranno la loro sesta apparizione a una Coppa del Mondo FIFA™. Nel 1978, è diventata la prima squadra africana e araba a vincere una partita del torneo dopo aver sconfitto il Messico 3-1 nella fase a gironi. A partire dal centrocampo quel pomeriggio c’era Tarek Dhiab, un regista dinamico considerato uno dei migliori giocatori della storia della Tunisia. Ora un famoso esperto televisivo, Dhiab non vede l’ora che arrivi il Qatar 2022.

“Ogni giocatore sogna di giocare il Mondiale, ma avere il privilegio di giocare in questa edizione del torneo è ancora più speciale per i tunisini in quanto è il primo in un Paese arabo. Spero davvero che i giocatori si facciano avanti per questa importante occasione”, ha detto Dhiab.

“Quando abbiamo giocato in Argentina ai Mondiali del 1978, non avevamo supporto sugli spalti. Stavamo giocando da soli. Ma ora, qui in Qatar, avremo decine di migliaia di tifosi a fare il tifo per la Tunisia. Sarà come giocare in casa e questo dovrebbe dare ai giocatori una spinta enorme”, ha aggiunto.

La Tunisia è stata inserita nel Gruppo D insieme ai campioni in carica di Francia, Danimarca e al vincitore dello spareggio intercontinentale tra Perù e Australia. I tunisini inizieranno la loro campagna di Coppa del Mondo martedì 22 novembre all’Education City Stadium contro la Danimarca.

Un gruppo di fan tunisini e leader della comunità è stato recentemente invitato dal Comitato supremo per la consegna e l’eredità (SC) a visitare l’Education City Stadium e dare un’occhiata più da vicino alla sede da 40.000 posti. Ayman Sassi, un fan leader tunisino con sede in Qatar, ha guidato la visita e ha raccontato al SC le varie iniziative in programma per unire la comunità.

“Attraverso il programma di fan leader, siamo in grado di connetterci con la nostra base di fan, qui in Qatar e in tutto il mondo, per fornire loro tutte le informazioni necessarie prima del torneo e con il supporto mentre sono qui. I tifosi tunisini avranno un grande impatto sul torneo e porteranno tanta passione ed entusiasmo sugli spalti. Vogliamo assicurarci che i nostri giocatori ricevano tutto il supporto che meritano”, ha detto Sassi.

“Per i tunisini che vivono all’estero, la nostra nazionale è qualcosa che ci sta a cuore. Per noi è molto più di una squadra di calcio”, ha aggiunto Sassi.

Sebbene i tunisini abbiano partecipato a cinque precedenti tornei della Coppa del Mondo FIFA™, non sono riusciti a superare la fase a gironi in ogni edizione, cosa che vogliono cambiare questa volta. Un giocatore che ha rappresentato la Tunisia in tre tornei precedenti è Hatem Trabelsi, un dinamico terzino destro che ha giocato per Ajax e Manchester City. Per lui, questo torneo può essere un momento cruciale per la progressione della squadra tunisina, una squadra che vanta un ampio raccolto di giovani entusiasmanti.

 “I nostri giocatori potrebbero non avere la possibilità di vincere il torneo, quindi la semplice qualificazione è un risultato a sé stante. Questa è un’esperienza che i giocatori celebreranno per il resto della loro vita. Rappresentare il tuo paese sulla scena mondiale è un onore che sopravviverà ai giocatori e di cui si parlerà molto tempo dopo che se ne saranno andati”, ha affermato Trabelsi.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball. com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: