La Conference League è della Roma: Zaniolo batte il Feyenoord, Mourinho scrive la storia – Le Pagelle

Il cielo di Tirana si tinge di giallorosso: la prima Conference League se l’aggiudica la Roma battendo per 1-0 il Feyenoord grazie al gol di Zaniolo. I giallorossi portano nella Capitale un trofeo che mancava da 14 anni, e il primo trofeo europeo della propria storia. Mourinho è il primo allenatore a vincere tutte e 3 le competizioni europee.

LA PARTITA

Primo tempo per gran parte molto equilibrato a livello tecnico, poche le occasioni importanti da entrambe le parti. Al 32′ Zaniolo porta in vantaggio la Roma. Dopo il gol il ritmo si è alzato.

Ad inizio ripresa il Feyenoord parte forte e trova subito un’occasione pericolosa colpendo prima il palo e poi con la conclusione di Til respinta da Rui Patricio. Col passare dei minuti gli uomini di Mourinho recuperano il possesso e resistono mantenendo il risultato fino alla fine. Poi la festa.

IL TABELLINO E LE PAGELLE DI ROMA-FEYENOORD 1-0

RUI PATRICIO 8: Una sicurezza tra i pali. Nel primo tempo deve intervenire poche volte. Grande salvataggio al 47′ su Til dopo il palo colpito da calcio d’angolo di Trauner. Un grande salvataggio si riprete al 50′, col tiro di Malacio mandato in tuffo sul palo.

MANCINI 7.5: Idea e cross perfetto per Zaniolo al 32′ che ha portato al gol dell’1-0. Determinanti i suoi interventi difensivi.

SMALLING 8: Sicurezza e carisma. Sono queste le caratteristiche che trasmette alla squadra. Al 58′ si immola sul tiro di Kokcu, ma questo è solo uno dei tanti interventi.

IBANEZ 7.5: Grande salvataggio su Dressers che supera Smalling ma controlla di mano. Bravo a chiudere le diagonali avversarie e a lottare fino alla fine con impegno.

KARSDORP 7: Inizio con troppe imprecisione. Poi gioca con più attenzione, a parte qualche errore che poteva essere rischioso, gestisce abbastanza bene. DALL’89’ VINA S.V.

CRISTANTE 7.5: Guida il centrocampo subendo però il pressing degli olandesi. Gioca con continua lucidità ed è sempre pronto per supportare.

MKHITARYAN S.V.: Impalpabile, è costretto ad uscire al 18′ per infortunio. DAL 17′ OLIVEIRA 7.5: Entra con un incarico importante, sostituire Mkhitaryan. Bravo negli anticipi e nei fraseggi. Qualche rischio nella ripresa davanti alla difesa.

ZALEWSKI 7: Sarà anche giovanissimo, ma da sicurezza a tutta la squadra garantendo protezione sulla fascia a ripartenze pericolose. DAL 67′ SPINAZZOLA 6.5: Entra molto bene in partita con i suoi soliti guizzi.

PELLEGRINI 7.5: La prima vera occasione per la Roma la crea lui al 24′ con l’idea di verticalizzazione per Zaniolo. Corre tantissimo, il suo lavoro è molto prezioso per la squadra, ma nel finale si vede la stanchezza. Continua a lottare fino alla fine, all’86’ si divora il gol del raddoppio.

ZANIOLO 8.5: Apre la gara al 32′ su un cross perfetto di Mancini: stop di petto e Bijlow battuto. Regala la Conference League alla Roma dimostrando la sua qualità. Nella ripresa cala un po’ in copertura. DAL 67′ VERETOUT 6: Al 73′ trova un bel tiro, bravo in copertura.

ABRAHAM 7.5: Nei primi minuti è troppo isolato e non può sfruttare granché i palloni che gli arrivano. Al 52′ parte a campo aperto, viene leggermente trattenuta da Senesi ma l’arbitro non concede fallo nonostante le vibranti proteste. Cerca fino alla fine la via del gol, e negli ultimi minuti non ce la fa più. DALL’89’ SHOMURODOV S.V.

ALLENATORE, MOURINHO 9: Scrive la storia della Roma. Porta nella Capitale il primo trofeo europeo della Roma ‘rompendo’ il sacrilegio dei 14 anni. Conclude la stagione nel meglio dei modi, riportando in Italia un trofeo europeo dopo 12 anni. E’ inoltre il primo allenatore a vincere tutte le competizione europee. Partita gestita bene, anche se sofferta i giocatori hanno resistito e gestito, e stagione finita nel meglio dei modi.

A disposizione: Fuzato, Kumbulla, Maitland-Niles, Diawara, Bove, El Shaarawy, Carles Perez, Felix.

FEYENOORD (4-3-3): Bijlow; Geertruida, Trauner (dal 74′ Pedersen), Senesi, Malacia (dall’89’ Jahanbakhsh); Til (dal 60′ Toornstra), Aursnes, Kokcu (dall’88’ Walemark); Nelson (dal 74′ Linssen), Sinisterra; Dressers. Allenatore: Slot.

A disposizione: Marciano, Cojocaru, Sandler, Skogen, Hendrix.

GOL: 32′ Zaniolo (R).

AMMONIZIONI: Trauner (F), Pellegrini (R), Rui Patricio (R), Spinazzola (R).

ESPULSI: 

Foto in Copertina da Twitter – Articolo a cura di Davide Teta – SportPress24.com

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: