Verso la Finale di Europa League, la sfida di due grandi allenatori

L’allenatore dell’Eintracht Oliver Glasner ha elogiato lo stile di gioco dei Rangers. Ha anche confrontato gli scozzesi con Barcellona e West Ham, eliminati nella fase a eliminazione diretta dalla squadra tedesca.

“Vedo nei Rangers un mix di West Ham e Barcellona. L’influenza olandese del loro allenatore (Giovanni Van Bronckhorst) nel loro gioco, ha incontrato la mentalità britannica. Dobbiamo fare un’ottima partita per batterli”, ha detto Glasner in una conferenza stampa prima della finale, aggiungendo che “la sua difesa. James Tavernier è il capocannoniere dell’Europa League ed è un terzino. Il che mostra quanto in alto giocano le loro spalle e quanto offrono in attacco”.

Glasner ha aggiunto che la sua squadra è molto tranquilla prima della finale. “Sono così orgoglioso dei giocatori e di ciò che hanno creato e ottenuto. Meritano di essere in finale. L’atmosfera nello spogliatoio è fantastica, un buon connubio tra concentrazione, mira ed efficienza ed è perfetto, prima di una partita enorme come questa…”

Le autorità spagnole si aspettano l’arrivo di 50.000 tifosi dell’Eidracht, Glasner ha elogiato gli amici del club tedesco per il modo in cui si sono distinti nella sua squadra, battendo Betis, Barcellona e West Ham in trasferta sulla strada per la finale.

L’allenatore olandese dei Rangers, Giovanni Van Bronckhorst (grande terzino sinistro in carriera), ha invece esortato i 100.000 tifosi scozzesi che dovrebbero arrivare a Siviglia per la finale di Europa League ad avere il miglior comportamento possibile.

“Non capita spesso di raggiungere una finale europea, quindi dobbiamo goderci il momento e assicurarci di non creare problemi”, ha detto l’allenatore olandese in conferenza stampa.

Il capo della polizia spagnolo era preoccupato per “gravi problemi” che potrebbero sorgere con i circa 150.000 tifosi di Rangers ed Eintracht Frankfurt, la maggior parte dei quali non ha i biglietti per la finale.

“Non credo si tratti di numeri. Porti 50 persone e stanno causando il caos”, ha detto Van Bronckhorst. “So che abbiamo molti fan che viaggiano con noi qui… e dovrebbero godersi questa occasione. La metà dei tifosi tornerà a casa contenta e l’altra metà tornerà arrabbiata, ma dobbiamo rispettare la città ospitante. Ci sono molte persone che lavorano duramente per ospitarci. Goditi (l’atmosfera) e non lasciarti alle spalle (ricordi) cattivi”.

L’allenatore 47enne (ex giocatore di Rangers, Arsenal e Barcellona) ha elogiato la base di fan scozzesi per aver aiutato la squadra a battere squadre più famose come Borussia Dortmund e Lipsia per raggiungere la finale.

Van Bronckhorst ha confermato che Kemar Rouf si era ripreso da un infortunio al ginocchio che aveva messo da parte il centrocampista giamaicano per diverse settimane. Il ritorno di Ruff darà una spinta enorme ai Rangers, perdendo nella finale di Europa League 2008 contro lo Zenit St Petersburg mentre inseguono il loro primo trofeo europeo, 50 anni dopo il successo nella Coppa delle Coppe del 1972.

“L’Eintracht Frankfurt, d’altra parte, è in lizza per porre fine alla sua sterile carriera in Europa, durata 42 anni, dopo aver vinto l’Europa League quando è stata chiamata Coppa UEFA nel 1980”. Ho vinto cinque titoli in quattro anni al Feyenoord, ma questo è diverso “, ha detto Van Bronckhorst. .

“È un club in cui ho giocato per tre anni negli anni ’90 e sono orgoglioso di andare in finale con i miei giocatori. È una grande opportunità per vincere un secondo premio importante in Europa. Abbiamo fatto una corsa incredibile e sarà una finale fantastica. Ma la finale è bella solo quando vinci. Questo è ciò che cercheremo di fare”.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball.com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: