Giro d’Italia, Dainese vince in volata a Reggio Emilia

La notizia del giorno e il ritiro di Girmay dal Giro d’Italia. il ciclista eritreo ha lasciato la corsa in rosa a causa di un tappo di spumante che è finito proprio sull’occhio sinistro di Girmay.

L’undicesima tappa, la più lunga del Giro d’Italia, Sant’Arcangelo di Romagna-Reggio Emilia, di 203 km, vede il via con Pedro Lopez in maglia rosa.

Come ormai d’abitudine in questo Giro d’Italia, pronti, via, subito fuga. Rastelli e Tagliani scappano immediatamente. Percorsi 20 km i due fuggitivi hanno un vantaggio di 3’10.

Dopo 60 km di corsa il vantaggio di Rastelli e Tagliani supera i 5 minuti. Al primo traguardo volante e Tagliani a passare per primo e conquistare i 12 punti. quando mancano meno di 90 km al traguardo, i due fuggitivi vengono ripresi. Il gruppo procede compatto ad andatura sostenuta. a turno i ciclisti provano ad andare in fuga, ma tuuti coloro fanno un tentativo vengono stoppati. Al traguardo volante di San Giovanni in Persiceto, primo Carapaz che guadagna 3″ di abbuono. A 55 km dal traguardo Dries De Bondt tenta la fuga, ha 44″ di vantaggio sul gruppo che insegue.

30 Km all’arrivo, Dries De Bondt ha un vantaggio di 43″. I secondi di vantaggio potrebbero non bastare. Nel gruppo caduta per il pordenonese Cimolai. A meno di 25 km dall’arrivo il vantaggio di De Bondt si è ridotto a soli 19″. Dopo aver cordo per 188 km il vantaggio del leader della tappa è di 30″. Il gruppo però lo ha messo nel mirino. A 9 km dal traguardo di Reggio Emilia, sempre in testa De Bondt con 14″ di vantaggio.

5 km alla conclusione della tappa, De Bondt spinge, sfruttando il vento a favore, ha un vantaggio di 17″.  Ultimi 3 km, De Bondt può sognare ma il gruppo riduce il vantaggio a 10″.

Ultimo chilometro. Il gruppo aggancia il fuggitivo. Arrivo in volata! Vince Dainese che beffa Gaviria sul traguardo. Lopez sempre in rosa.

Articolo a cura di Massimiliano Vienna – Sportpress24.com

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: