Internazionali BNL di Roma: il ruggito di Djokovic, vittoria n. 999 per la sua tredicesima semifinale a Roma

Giornata di quarti di finale al Master 1000 di Roma e grande spettacolo sulla terra rossa del Foro Italico, sempre colmo di appassionati e vip assortiti di altri sport (notati Marusic e Milinkovic, calciatori della Lazio, ad assistere all’incontro serale di Djokovic).

La lunga kermesse si è aperta con la sconfitta di Sinner contro Tsitsipas che ha giocato una gara perfetta a cui l’italiano ha saputo opporre una fiera resistenza solo nel primo set conclusosi al tie break.

Sinner, proprio nell’ultimo punto del set, ha accusato un problema all’anca che lo ha condizionato pesantemente nel secondo set perso per 6-2. Il greco si guadagna meritatamente la semifinale in cui affronterà il tedesco Zverev che si è sbarazzato del cileno Garin in due set, 7-5 6-2.

Troppo più solido il tedesco che ha sfruttato ogni errore di Garin, dando sempre la sensazione di avere più birra in corpo dell’avversario.

Bene anche il norvegese Ruud che ha giustiziato il giustiziere di Nadal, il canadese Shapolavov, per 7-6 7-5. L’ultimo quarto di finale ha visto il serbo Djokovic ruggire come ai bei tempi e domare un buon Auger Aliassime.

Anche qui due set molto equilibrati vinti dal serbo per 7-5, 7-6. Scambi di alto livello tra i due giocatori, la differenza come sempre l’ha fatta la forza mentale di Djokovic, affamato di successi dopo le vicissitudini legate alla questione vaccino.

Per lui è la vittoria n. 999 in carriera e la tredicesima semifinale a Roma. Avversario in semifinale sarà il coriaceo Ruud: ci sarà da combattere ancora per il serbo.

Molto promettente è l’altra semifinale greco-tedesca tra Tsitsipas e Zverev. Show assicurato.

Foto da Twitter – Articolo a cura di Carlo Cagnetti – Sportpress24.com

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: