Lazio-Sampdoria 2-0: primo gol di Patric in A e danza spagnola di Luis Alberto – Le Pagelle

Lazio-Sampdoria, non solo 3 punti. Una partita che consegna una vittoria fondamentale agli uomini di Sarri che si portano a -3 punti dalla sicurezza di entrare in Europa League. Sampdoria che gioca in copertura, ma brava la Lazio a studiarla e a colpirla con astuzia. Primo gol in Serie A per Patric su assist di Luis Alberto e raddoppio dello stesso spagnolo su un dribbling in area che mette tutti seduti.

LE PAGELLE DI LAZIO-SAMPDORIA 2-0 : 41° Patric, 59° Luis Alberto

STRAKOSHA 6,5 : Smanaccia al 22° in maniera providenziale su Rincon salvando il risultato. Al 50° ottima parata di nuovo su Rincon da fuori area.

LAZZARI 7 : Bel duello con Sabiri, che non riesce mai a superarlo. Quando prende velocità lo devono abbattere soprattutto Augello che non gli risparmia nulla. Da un suo recupero nasce il raddoppio biancoceleste di Luis Alberto, scende da solo fino al limite dell’area ed invece di tirare scarica per lo spagnolo che con una danza davanti alla difesa doriana, segna il 2-0. Sorpassa anche Anderson che invece di dare sostanza si limita a giocate troppo superficiali perdendo la possibilità di avere un uomo in più in area. 77° HYSAJ 5 : Dopo 3′ si prende subito un giallo dopo che ha perso palla. Un’azione buona e tre sbagliate, una media horror per l’ex Napoli.

PATRIC 7,5 : Uno svarione all’8° fa recuperare palla alla Samp, bravo nella successiva azione a restare concentrato. Il suo gol su punizione di Luis Alberto è una liberazione. Un ragazzo che merita di stare alla Lazio per il tanto sacrificio che mette in campo. La sua esultanza è un tutto dire per il primo gol in Serie A. Sostanza in difesa, non sbaglia praticamente nulla.

ACERBI 6,5 : Resta concentrato al suo posto non dando spazi all’attacco doriano. Si affida a Patric nelle salite e al contenimento di Marusic.

MARUSIC 6,5 : Si accentra troppo tanto da lasciare spazio sulla sua fascia alle discese della Samp. Nel momento di spinta, guarda le spalle a Zaccagni dando supporto. Riesce a fermare Candreva e non dargli spazi. Gioca con intelligenza sapendo di non potersi permettere discese in solitaria.

MILINKOVIC 6,5 : E’ l’uomo del momento, del mercato e dello spogliatoio. Dopo alcune giocate di impostazioni, al 28° scalda i guantoni di Audero da fuori area. Gestisce molto bene il centrocampo, compattando le giocate di Luis Alberto con il reparto avanzato.

CATALDI 6,5 : Vince il ballottaggio con Leiva. La spinta a centrocampo è notevole. Gioca con Luis Alberto standogli vicino e creandogli profondità. 65° LEIVA 6,5 : La sua esperienza nel doppio vantaggio biancoceleste, è fondamentale per bloccare le avanzate doriane.

LUIS ALBERTO 8 : A differenza della partita di La Spezia, parte titolare. Si fa subito vedere al 12° con un tiro da fuori area, ma Audero lo blocca. Al 26° un pallonetto da la sensazione del gol, ma è poco sopra la traversa. Ci riprova al 37° dopo un’azione tignosa, ma anche qui spara alto. Ottima punizione al 41° dove trova la testa di un sempre presente Patric che segna il gol del vantaggio. Il raddoppio è una danza spagnola davanti alla difesa sampdoriana. Si prende lo scarico di Lazzari e consegna un’azione magistrale per tutti i presenti. 76° BASIC 6 : Prova a segnare da fuori area dopo un suo recupero dalla trequarti, ma Audero è in giornata.

ANDERSON 5,5 : Le sue giocate a sprazzi possono essere molto pericolose per i blucerchiati. Ci prova al 20° con un tiro defilato, ma troppo debole. Da contropiede al 23° si invola in area e solo una deviazione gli nega la gioia del gol. Giocate superficiali fanno spegnere azioni costruite con attenzione da parte dei suoi compagni.

ZACCAGNI 5,5 : Massa lo ferma subito al 9° per un fallo inesistente sulla trequarti. I compagni lo servono con regolarità ma ha difficoltà di scendere ed è costretto a rallentare il gioco. Al 52° prova con un tiro a giro ad impensierire Audero, bravo a respingere. 83° LUKA ROMERO 6 : Determinato. Pochi minuti ma tanta voglia, ci deve lavorare per il futuro.

IMMOBILE 6 : Inizia elargendo troppa generosità verso Zaccagni che viene sempre raddoppiato. Un piccolo problema lo rallenta nelle giocate, ma la sua presenza fissa in fase avanzata non da punti di riferimento alla Sampdoria. Nonostante qualche acciacco fisico, al 70° recupera un pallone da contropiede e si invola verso Audero che gli para anche questo.

ALL. SARRI 7 : Partita preparata nei minimi dettagli. Cosciente dell’importanza di una vittoria, cambia solo Luis Alberto rispetto a La Spezia il quale si dimostra l’asso nella manica. La fiducia a Patric viene finalmente premiata con il primo gol in Serie A. la perla di Luis Alberto fa sognare l’Europa League in attesa delle concorrenti in classifica.

SAMPDORIA (4-1-4-1) – Audero 6; Bereszynski 5.5, Ferrari 5, Colley 5.5, Augello 5.5; Vieira 5 (41′ st Trimboli sv); Candreva 6, Rincon 5.5, Thorsby 5 (33′ st Askildsen sv), Sabiri 5.5 (24′ st Damsgaard 6); Caputo 5 (24′ st Quagliarella 6). All.: Giampaolo 5.5.

Articolo a cura di Stefano Ghezzi – Sportpress24.com

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: