Tennis, presentata a Roma la 79ª edizione degli Internazionali d’Italia. Binaghi: “Batteremo il record d’incassi”

In una conferenza stampa allo Stadio Olimpico di Roma, è stata presentata la 79ª edizione degli internazionali BNL d’Italia. Dopo 2 anni di restrizioni, al Foro Italico riaprono al 100% gli spalti.

L’evento andrà in scena dal 2 al 15 maggio. Alla presentazione hanno preso parte il Presidente della Federazione Italiana Tennis, Angelo Binaghi, la Sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport, Valentina Vezzali, il Presidente e Amministratore Delegato di Sport e Salute, Vito Cozzoli e Nicola Pietrangeli, Presidente del Comitato d’Onore del torneo.

A partire da oggi verranno messi in vendita anche i biglietti “ground” per la settimana dei tabelloni principali. Già c’è stato un miglioramento dell’11% nella prevendita rispetto al 2019, e ci sono tutte le condizioni per poter stabilire il record d’incasso della manifestazione.

Per la dodicesima volta consecutiva il torneo si giocherà con la formula “combined event”, nella quale i match del tabellone femminile si alterneranno a quelli del maschile.

Ad oggi, otto dei primi dieci giocatori della classifica ATP e tutte le prime dieci classificate della classifica WTA hanno confermato la loro partecipazione al torneo, a cominciare dai numeri uno al mondo, Novak Djokovic e Iga Swiatek.

Degli Azzurri saranno ammessi di diritto al tabellone principale Jannik Sinner, Lorenzo Sonego, Fabio Fognini, per il femminile Camila Giorgi, che arriva dalla vittoria contro la Francia in Billie Jean King Cup.

Le Wild Card in quota alla FIT saranno assegnate in base allo schema già applicato negli scorsi anni, che tiene conto della classifica e dell’età dei giocatori e delle giocatrici. Per accedere direttamente al tabellone femminile sono state scelte Jasmine Paolini, Lucia Bronzetti ed Elisabetta Cocciaretto, quest’ultima reduce da un serio infortunio. Al “main draw” maschile accederanno direttamente Lorenzo Musetti Flavio Cobolli mentre le altre due wild card saranno assegnate ai finalisti delle prequalificazioni, con quest’ultime che serviranno a determinare anche le wild card per le qualificazioni.

“Abbiamo passato due anni di fortissime limitazioni dovute alla pandemia. Con l’aiuto di Sport e Salute siamo riusciti a dare continuità alla storia e alla tradizione di questo torneo e oggi torniamo ad avere la pacifica invasione di pubblico degli anni passati”, le parole del presidente della Federtennis, Angelo Binaghi, alla conferenza. “Ad oggi abbiamo un incremento dell’11% della prevendita rispetto al record del 2019. Tempo permettendo, dunque, batteremo il record storico di incassi del 2019 pari a 13 milioni e 256mila euro”.

“Volevamo proporre a Sport e Salute di suonare almeno una volta durante il torneo l’inno italiano e poi l’inno ucraino. Sarebbe “divertente” vedere un giocatore russo in quel contesto”, ha aggiunto con questa proposta ‘provocatoria’ Binaghi.

“L’intero utile di questa manifestazione vogliamo destinarlo al finanziamento di nuovi campi di padel e tennis nei comuni d’Italia che non ne hanno. Vogliamo sviluppare lo sport di base per attrarre i campioni del domani. Dobbiamo diventare la Federazione con il maggior numero di praticanti in Italia”.

Sulla crescita dei risultati nel maschile: “Non sarebbero stati possibili se non ci fosse stata la riforma Giorgetti-Valente che ha dato nuovi obiettivi, maggiori risorse e anche stimoli per l’efficienza degli organismi sportivi”, ha concluso.

Foto in Copertina da Twitter – Articolo a cura di Davide Teta – SportPress24.com

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: