Mansoori : “Lo stadio ha tremato quel giorno, è un momento che non dimenticherò mai”

Quando il Khalifa International Stadium ospiterà le partite durante la FIFA World Cup™ di quest’anno, sarà il culmine di un viaggio iniziato 46 anni fa.

Lo stadio nazionale del paese è stato inaugurato nel 1976 e da allora ha ospitato numerosi eventi importanti, tra cui la Coppa del Golfo Arabico, la Coppa d’Asia AFC, i Giochi asiatici, la Coppa del Mondo per club FIFA™ e i Campionati mondiali di atletica leggera IAAF.

Il Khalifa International sarà una delle otto sedi del torneo durante il Qatar 2022 e detiene il primato di diventare il primo stadio pronto per il torneo dopo essere stato riaperto nel 2017 a seguito di un’ampia riqualificazione.

Ali Al Mansoori è stato Venue Manager di Khalifa International per oltre 30 anni. Ha visto la sede diventare una struttura di livello mondiale e ha fatto parte della squadra che ha gestito il rilancio dello stadio in vista della finale della Coppa Amir 2017 tra Al Sadd e Al Rayyan.

“Ricordo che nella settimana che precedeva la partita abbiamo dormito poco”, ha detto Al Mansoori. “Eravamo così entusiasti di ospitare l’Amir Cup, ma anche perché questo ha segnato il completamento della ristrutturazione in vista della Coppa del Mondo. Tuttavia, l’unica cosa che ci ha davvero tolto il fiato quella notte è stata la nostra capacità di raffreddare lo stadio e offrire un’esperienza confortevole a giocatori e tifosi”.

Erano 38°C fuori dallo stadio ma solo 22°C in tribuna e in campo. Questo grazie all’innovativa tecnologia di raffreddamento sviluppata dal Qatar in vista della Coppa del Mondo FIFA™ e installata, per la prima volta, al Khalifa International. Ulteriori lavori di ristrutturazione includevano l’aggiunta di 12.000 posti nel livello superiore e dozzine di suite di ospitalità. Lo stadio è ora pronto per ospitare otto partite durante il Qatar 2022, compreso lo spareggio per il terzo posto.

Lo stadio ha tremato quel giorno per l’intensità del supporto che abbiamo ricevuto. È un momento che non dimenticherò mai per il resto della mia vita”.

Il leggendario portiere del Qatar Ahmed Khalil ripercorre il suo momento preferito al Khalifa International: quando Al Annabi ha vinto la sua prima Coppa del Golfo d’Arabia nel 1992 per rompere l’egemonia del Kuwait e dell’Iraq, che insieme avevano vinto tutte e dieci le precedenti edizioni del prestigioso torneo regionale.

Khalil ha continuato: “Senza dubbio, il mio momento più memorabile è arrivato quando abbiamo alzato la prima Coppa del Golfo nella storia del Qatar. Quel giorno gli spalti erano gremiti, non solo con i qatarioti ma con tutti quelli che vivevano nel paese. Ha dipinto un quadro davvero bello del modo in cui il calcio unisce le persone”, ha aggiunto Khalil, che è stato nominato miglior portiere del torneo dopo aver subito un solo gol.

Khalil, un Qatar Legacy Ambassador, è ora entusiasta che lo stadio ospiterà tifosi da tutto il mondo quando il Qatar ospiterà la 22a edizione dell’evento clou del calcio internazionale.

“Mentre la Coppa del Mondo si avvicina, sono così entusiasta che i fan di tutto il mondo vengano a vedere questo stadio monumentale e provino lo stesso livello di eccitazione e passione che associamo da decenni a questo luogo iconico”, ha aggiunto Khalil.

Lo stadio nazionale del Qatar nel cuore di Doha Sports City

Khalifa International è ora il fulcro di un vasto complesso sportivo. Accanto c’è Aspire Zone, che forma la prossima generazione di talenti sportivi del Qatar, insieme all’ospedale di medicina sportiva Aspetar, famoso in tutto il mondo, e Aspire Dome, il più grande palazzetto dello sport al coperto multiuso del mondo.

Lo stadio è anche collegato alla stazione della metropolitana Sports City, che fornirà un facile accesso ai fan durante la Coppa del Mondo FIFA più compatta della storia moderna.

“Oggi, Khalifa si trova geograficamente al centro di tutti gli otto stadi della Coppa del Mondo, prendendo il posto che le spetta come fulcro del torneo. È lo stadio nazionale del Qatar e sarà sempre sinonimo del bel gioco in questo Paese”, ha detto Al Mansoori.

Il Khalifa International Stadium ospiterà la 50a edizione della finale della Coppa Amir venerdì 18 marzo

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball.com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: