6 Nazioni: Irlanda-Scozia 26-5

Netta vittoria dell’Irlanda sulla Scozia nell’ultima giornata di 6 Nazioni. Verdi momentaneamente in testa nel torneo, nell’attesa di Francia-Inghilterra.

Irlanda: 15 Hugo Keenan (Leinster/UCD), 14 Andrew Conway (Munster/Garryowen), 13 Garry Ringrose (Leinster/UCD), 12 Bundee Aki (Connacht/Galwegians), 11 James Lowe (Leinster), 10 Johnny Sexton (Leinster/St Mary’s College) (c), 9 Jamison Gibson-Park (Leinster), 1 Cian Healy (Leinster/Clontarf), 2 Dan Sheehan (Leinster/Lansdowne), 3 Tadgh Furling (Leinster/Clontarf), 4 Tadgh Beirne (Munster/Lansdowne), 5 Iain Henderson (Ulster/Acacemy) 6 Caelan Doris (Leinster/St Mary’s College), 7 Josh van der Flier (Leinster/UCD), 8 Jack Conan (Leinster/Old Belvedere)

In panchina: 16 Rob Herring (Ulster/Ballynahinch), 17 Dave Kilcoyne (Munster/UL Bohemians), 18 Finlay Bealham (Connacht/Buccaneers), 19 Kieran Treadwell (Ulster/Ballymena), 20 Peter O’Mahony (Munster/Cork Constitution), 21 Conor Murray (Munster/Garryowen), 22 Joey Carbery (Munster/Clontarf), 23 Robbie Henshaw (Leinster/Buccaneers)

Scozia: 15 Stuart Hogg (Exeter Chiefs) (c), 14 Darcy Graham (Edinburgh Rugby), 13 Chris Harris (Gloucester Rugby), 12 Sam Johnson (Glasgow Warriors), 11 Kyle Steyn (Glasgow Warriors), 10 Blair Kinghorn (Edinburgh Rugby), 9 Ali Price (Glasgow Warriors), 1 Pierre Schoeman (Edinburgh Rugby), 2 George Turner (Glasgow Warriors), 3 Zander Fagerson (Glasgow Warriors), 4 Jonny Gray (Exeter Chiefs), 5 Grant Gilchrist (Edinburgh Rugby), 6 Rory Darge (Glasgow Warriors), 7 Hamish Watson (Edinburgh Rugby), 8 Matt Fagerson (Glasgow Warriors)

In panchina: 16 Stuart McInally (Edinburgh Rugby), 17 Allan Dell (London Irish), 18 WP Nel (Edinburgh Rugby), 19 Sam Skinner (Exeter Chiefs), 20 Josh Bayliss (Bath Rugby), 21 Ben White (London Irish), 22 Finn Russell (Racing 92), 23 Mark Bennett (Edinburgh Rugby)

Primo tempo

Scozia senza Russell per motivi disciplinari, in sua vece Kinghorn.

Subito avanti la Scozia che si riversa nei 22 avversari. Un fallo degli uomini in verde regala una punizione agli scozzesi. Gli uomini del Cardo, però, preferiscono non calciare e l’azione sfuma. Il primo quarto d’ora di match non dona emozioni. Il primo brivido arriva al 18°, da una maul esce lateralmente Sheehan, due tentativi di placcaggio superati e palla oltre la linea di meta. Sexton trasforma e porta il punteggio sul 7 a 0 per l’Irlanda. Gli uomini in blu sembrano frastornati, quelli del trifoglio cercano di approfittarne. Anzi, approfittano, è  Healya schiacciare oltre la linea dopo un’azione lungamente insistita. Il solito Sexton centra i pali e allunga sul punteggio. Irlanda 14 Scozia 0.

Gli scozzesi non mollano e cercano di entrare nei 22 avversari. Ora la Scozia pressa e va in meta con Schoeman che si tuffa per schiacciare il pallone oltre la linea- Il TMO conferma. Purtroppo per la Scozia Kinghorn non porta punti aggiuntivi. Irlanda 14 Scozia 5. Su questo punteggio si chiude un primo tempo decisamente anonimo, anche considerando quanto visto nella partita inaugurale di quest’ultima giornata di 6 Nazioni.

Secondo tempo

La seconda metà del match vede subito l’Irlanda in pressione, I Verdi si riversano nella metà campo scozzese. Al 48° la Scozia ha una grande occasione. Hogg rompe due placcaggi e si invola verso la linea di meta, potrebbe scaricare per due compagni, in assistenza, ma preferisce l’azione solitaria e viene fermato a pochi centimetri dalla meta. La partita scorre senza grandi emozioni sino alla metà del secondo tempo. Van der Flier conquista un’ottima meta superando Gibson-Park e portando il punteggio sul 19 a 5. Sexton come al solito trasforma e porta 16 i punti di vantaggio sulla Scozia.

Si fa dura per gli uomini in blu. L’allenatore della Scozia decide di perdonare Russel e lo manda in campo. E’ il 67°. I miglioramenti si vedono. Russell scarica per Bennett e porta gli scozzesi a pochi metri dalla linea di meta irlandese. Lowe si produce lungo il fianco sinistro eludendo Graham, ma perde la palla prima di poter scaricare su Treadwell. O’Mahony viene preso in aria da Graham, potrebbero calciare ma, invece, cercano i punti per il bonus. Nel frattempo, White viene ammonito e termina la sua partita. Sugli sviluppi Murray trova la meta dopo un turn ed un tuffo oltre la linea. Sexton, non in giornata non trasforma e la partita si chiude sul 26 a 5 per l’Irlanda.

Articolo a cura di Massimiliano Vienna – Sportpress24.com

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: