6 Nazioni, quarta giornata: Inghilterra-Irlanda 15-32

Sono Inghilterra ed Irlanda, le nazionali del rugby che hanno chiuso la quarta giornata del Sei Nazioni 2022. Lo scontro tra la terza e la seconda in classifica nel torneo prometteva scintille e così è stato. Bianchi subito in 14 per un cartellino rosso a Ewels. Gli inglesi sono stati coraggiosi ma la vittoria, meritata, è andata all’Irlanda.

Inghilterra: 15 Freddie Steward (Leicester Tigers), 14 Max Malins (Saracens), 13 Joe Marchant (Harlequins), 12 Henry Slade (Exeter Chiefs), 11 Jack Nowell (Exeter Chiefs), 10 Marcus Smith (Harlequins), 9 Harry Randall (Bristol Bears), 1 Ellis Genge (Leicester Tigers), 2 Jamie George (Saracens), 3 Kyle Sinckler (Bristol Bears), 4 Maro Itoje (Saracens), 5 Charlie Ewels (Bath Rugby), 6 Courtney Lawes (Northampton Saints) (c), 7 Tom Curry (Sale Sharks), 8 Sam Simmonds (Exeter Chiefs)

In panchina: 16. Jamie Blamire (Newcastle Falcons), 17 Joe Marler (Harlequins), 18 Will Stuart (Bath Rugby), 19 Joe Launchbury (Wasps), 20 Alex Dombrandt (Harlequins), 21 Ben Youngs (Leicester Tigers), 22 George Ford (Leicester Tigers), 23 Elliot Daly (Saracens)

Irlanda: 15 Hugo Keenan (Leinster/UCD), 14 Andrew Conway (Munster/Garryowen), 13 Garry Ringrose (Leinster/UCD), 12 Bundee Aki (Connacht/Galwegian), 11 James Lowe (Leinster), 10 Johnny Sexton (Leinster /St Mary’s College) (c), 9 Jamison Gibson-Park (Leinster), 1 Cian Healy (Leinster/Clontarf), 2 Dan Sheehan (Leinster/Lansdowne), 3 Tadgh Furling (Leinster/Clontarf), 4 Tadgh Beirne (Munster /Lansdowne), 5 James Ryan (Leinster/UCD), 6 Peter O’Mahony (Munster/Costituzione di Cork), 7 Josh van der Flier (Leinster/UCD), 8 Caelan Doris (Leinster/St Mary’s College)

In panchina: 16 Rob Herring (Ulster/Ballynahinch), 17 Dave Kilcoyne (Munster/UL Bohemians), 18 Finlay Bealham (Connacht/Buccaneers), 19 Iain Henderson (Ulster/Academy), 20 Jack Conan (Leinster/Old Belvedere), 21 Conor Murray (Munster/Garryowen), 22 Joey Carbery (Munster/Clontarf), 23 Robbie Henshaw (Leinster/Buccaneers)

Primo tempo

Primo minuto e prima emozione del match. L’inglese Ewels viene espulso, Bianchi subito con un uomo in meno e punizione per l’Irlanda. Sexton centra i pali e porta la squadra del trifoglio in vantaggio. Inghilterra 0 Irlanda 3. Passano solo due minuti ed i verdi vanno in meta. Lowe imbeccato sulla destra da Sexton sfrutta gli spazi sulla trequarti inglese. Prima meta per l’Irlanda. Sexton non trasforma ed il punteggio si fissa sull’8 a 0 Per gli irlandesi. Un uomo in meno pesa tanto, l’Inghilterra soffre e l’Irlanda spinge. Al quarto d’ora, Smith dalla lunga distanza, mette l’ovale in mezzo ai pali su punizione. bianchi 3 verdi 8. Gli inglesi in inferiorità numerica alzano la linea difensiva nel tentativo di non lasciare spazio agli avversari.

Minuto numero 29, l’Irlanda concede troppe punizioni. Un primo tentativo di Smith, dai 30 metri, va a vuoto. Un secondo tentativo, sempre su calcio piazzato, ha esito decisamente più efficace. L’Inghilterra accorcia: 6 a 8. Gli irlandesi capiscono che anche con un uomo in più, devono darsi da fare. A quattro minuti dall’intervallo Keenan Punisce i bianchi portando l’ovale oltre la linea di meta. Sexton centra e pali E allunga il punteggio a proprio favore: Inghilterra 6 Irlanda 15. È una partita dura per gli uomini di casa, riescono a far punti solo su punizione. Proprio con un calcio da fermo, all’ultimo minuto del primo tempo, Sexton riesce ad accorciare nuovamente. Inghilterra 9 Irlanda 15 e fine della prima metà di gara. L’espulsione di Ewels sta mettendo in grande difficoltà i bianchi d’Inghilterra.

Secondo tempo

Si riparte con il calcio d’avvio, del secondo tempo, da parte degli inglesi. Gli uomini dell’Eire cercano di approfittare dell’uomo in più, si riversano in avanti con gli inglesi che cercano, invece, di difendere la propria trequarti. I verdi Sono spesso presso i 22 avversari, ma agli uomini di Farrell manca l’ultimo passaggio. Decimo minuto, gli uomini della rosa si presentano per la prima volta in zona offensiva. Un “in avanti” vanifica l’azione. Gli inglesi prendono coraggio, un calcio di Smith corredo guardia irlandese che retrocede troppo lentamente, regala un calcio piazzato. lo stesso Smith non si fa pregare e realizza per la quarta volta centrando i pali, inglesi a solo tre punti dal pareggio: 12 a 15. L’Inghilterra adesso ha trovato coraggio e lotta su ogni ovale.

Gli uomini della rosa gettano nel cuore oltre l’ostacolo, la prima linea riesce a conquistare un calcio di punizione. Smith per la quinta volta mette la palla tra i pali. Gli inglesi agguantano il pareggio 15 a 15. Bellissima partita. Gli irlandesi sanno che non possono uscire senza punti dal campo. Si riversano sul fronte offensivo e, dopo una mischia a 5 metri dalla linea di meta, conquistano un calcio di punizione. Sexton non trema e riporta i suoi in vantaggio. Inghilterra 15 Irlanda 18. Il vantaggio, nuovamente conquistato, galvanizza i verdi d’Irlanda. Conan Riesci a sfondare la difesa inglese, supera merchant e schiaccia. il solito Sexton trasforma e porta a 10 i punti di vantaggio per la sua squadra. Inghilterra 15 Irlanda 25.

Lo sforzo profuso dai bianchi, per la ricerca del pareggio, ha tolto energie. Un avanzamento in mischia consente a Bealham, entrato in campo dalla panchina, di andare in meta. Sexton non tradisce e porta il punteggio sul 15 a 32. La partita è chiusa.

Foto da Twitter – Articolo a cura di Massimiliano Vienna – Sportpress24.com

 

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: