6 Nazioni: Italia-Inghilterra 0-33. Azzurri orgogliosi ma troppo leggeri – FOTO

Il punteggio di 0-33 potrebbe far pensare, a coloro che non hanno visto il match, di una debacle dell’Italia. Così non è stato. Un’Italia orgogliosa, che ha avuto le sue occasioni, non e riuscita a mettere in seria difficoltà i maestri britannici. Il CT Crowley ha costruito un’ottima squadra, I miglioramenti sono sotto gli occhi di tutti, ma c’è ancora tanto da lavorare, soprattutto dal punto di vista del cinismo

Le formazioni

Italia: 15 Edoardo Padovani, 14 Federico Mori, 13 Juan Ignacio Brex, 12 Marco Zanon, 11 Montanna , 10 Paolo Garbisi, 9 Stephen Varney; 1 Danilo Fischetti, 2 Gianmarco Lucchesi, 3 Pietro Ceccarelli, 4 Niccolò Cannone, 5 Federico Ruzza, 6 Braam Steyn, 7 Michele Lamaro (Capitano) – CT Kieran Crowley
In panchina: 16 Hame Faiva, 17 Cherif Traore, 18 Tiziano Pasquali, 19 David Sisi, 20 Sebastian Negri, 21 Giovanni Pettinelli, 22 Alessandro Fusco, 23 Leonardo Marin

Inghilterra: 15. Freddie Steward, 14. Max Malins, 13. Joe Marchant, 12. Henry Slade, 11. Jack Nowell, 10. Marcus Smith, 9. Harry Randall; 1. Ellis Genge, 2. Jamie George, 3. Will Stuart, 4. Charlie Ewels, 5. Nick Isiekwe, 6. Maro Itoje, 7. Tom Curry (Capitano) – CT Eddie Jones
In panchina: 16. Luke Cowan-Dickie, 17. Joe Marler, 18. Kyle Sinckler, 19. Ollie Chessum, 20. Sam Simmonds, 21. Ben Youngs, 22. George Ford, 23. Elliot Daly

La cronaca del 1° tempo

Calcio d’inizio affidato all’Italia. 5° Garbisi tenta un calcio verso la linea di meta, gli inglesi annullano ripartono dalla propria aria. Due minuti dopo, per la prima volta i bianchi si affacciano nei 22 italiani. minuto numero 10, gli inglesi con un’azione di 10 fasi vanno in meta con Smith. Lo stesso Smith trasforma. Italia 0 Inghilterra 7. Spingono gli azzurri che si portano a pochi metri dalla linea di meta, palla rubata uomini della rosa. Gli azzurri continuano a spingere, un contropiede viene intercettato. 15° errore in touche dell’Italia regala un contropiede ai britannici. Pericolo sventato. Minuto numero 20. gli inglesi da una touche costruiscono una splendida meta andando sempre per linee verticali. Meta di George e trasformazione di Smith. 0 a 14.

Italia poco aggressiva e molto attendista. Troppi metri regalati agli inglesi. I bianchi, sembrano spingere meglio degli italiani, ma gli azzurri non mollano. Due splendide azioni, prima di Ioane e poi di Mori, portano gli uomini di casa vicino alla meta inglese. 31° minuto Smith calcia la punizione in touche. Sugli sviluppi della rimessa laterale gli inglesi vanno a meta per la terza volta. Il TMO richiama l’arbitro che annulla. Durante la touche un uomo in bianco si è posto dietro la schiena di ricevitore inglese. punizione per l’Italia. 34° gli inglesi ripetono l’azione precedente, punizione e touche, questa volta, con determinazione gli azzurri respingono l’attacco. Ultimo minuto del primo tempo: Varney perde banalmente l’ovale e gli inglesi tornano a segnare una meta, nonostante Joane abbia tentato di impedire. E’ George ancora a realizzare e Smith a trasformare. Il primo tempo si chiude sul 21 a 0 per l’Inghilterra. Italia, forse troppo leggera nel respingere gli inglesi e poco cinica nei 22 avversari.

La cronaca del 2° tempo

Nella ripresa, dopo solo tre minuti, gli inglesi conquistano una mischia nei 22 azzurri, l’ovale esce e finisce a Daly che schiaccia in meta. Questa volta Smith non non trasforma. 0 a26. Cinquantesimo minuto, gli azzurri vanno per due volte consecutive a meno di 5 metri dalla meta. Gli inglesi respingono gli assalti. La partita va avanti a strappi. Dopo un quarto d’ora, dall’inizio del secondo tempo, l’Italia tenta un assalto. Faiva, lanciato a metà, viene spinto fuori dal campo a 3 m dall’obiettivo. L’Italia tenta una reazione. Brex porta l’ovale a pochi metri dalla linea di meta, gli inglesi lo fermano ma fanno fallo. Dalla touche esce un’ottima palla per Fusco che, però, si isola e i britannici recuperano.

74° quando l’Italia sembrava in pressione, è un errore in ricezione, su un calcio inglese, i bianchi recuperano palla e vanno facilmente a schiacciare in mezzo ai pali. Sinckler realizza e Smith trasforma. Italia 0 Inghilterra 33. Con orgoglio, gli azzurri tentano nuovamente di portarsi avanti. Ultimo minuto: l’Inghilterra non molla e si riportano avanti, il TMO conferma all’arbitro che l’ultimo vale non ha passato la linea di meta azzurra. Il match si conclude con la vittoria dell’Inghilterra per 33 a 0.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Foto di Claudio Pasquazi – Articolo a cura di Massimiliano Vienna – SportPress24

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: