6 Nazioni: Galles-Scozia e Francia-Irlanda

Nella prima partita, della seconda giornata del Torneo Sei Nazioni, il Galles sconfigge la Scozia per 20 a 17. Nella seconda la Francia si impone sull’Irlanda per 30 a 24.

Galles-Scozia

Al Principality Stadium di Cardiff è la Scozia che parte bene, spinge molto ma non conclude. Infatti su un contrattacco è il Galles a realizzare i primi tre punti della partita. Un calcio di punizione di Biggar (100 caps per lui oggi) regala i primi tre punti ai rossi. Neanche il tempo di ripartire che il solito Biggar si ripete: 6 a 0. gli scozzesi sono tenaci, questo si sa, di conseguenza torna alla spingere. Uno straordinario passaggio di Russell consente Graham di schiacciare in meta. Russell non trasforma e siamo 6 a 5. Gli scozzesi sono tenaci, lo abbiamo detto, Russell forse più di tutti. Con due calci piazzati porta e blu in vantaggio: Galles 6 Scozia 11. Siamo solo ad un quarto di gara. La gente di Cardiff incita i suoi e Biggar li premia realizzando il terzo piazzato della giornata: 9 a 11. Russell, dopo l’errore in trasformazione, ha il piede caldo: 9 a 14. Gli uomini del Narciso non ci stanno. Tornano a premere e conquistano calcio di punizione, balla in touche e rimessa a favore dei gallesi. Una maul spinge Francis in meta. Biggar, come il suo dirimpettaio, non trasforma. Il primo tempo si chiude sul 14 a 14.

La ripresa, purtroppo, Non inizia come il primo tempo. Le squadre spingono e si annullano fino al momento in cui il solito Russell non infila l’ovale in mezzo ai pali. Galles 14 Scozia 17. La Scozia ci crede ed aumenta la pressione, ma il solito Biggar, con un’altro calcio, trova il pareggio. 17 a 17. Le due squadre cercano la vittoria. Biggar, su punizione dalla distanza, centra il palo. Un “avanti volontario” di Russel lo costringe a prendere un cartellino giallo. Un fallo degli scozzesi porta i rossi a pochi metri dalla meta. Ci pensa il solito Biggar, con un drop, a fissare il risultato finale sul 20 a 17 per il Galles. Bellissima partita, condita, però, Da troppi errori degli uomini in blu.

Francia-Irlanda

Allo Stade France di Parigi, la Francia parte forte, grazie a una meta di Dupont, dopo un minuto è già in vantaggio per 7 a 0. I galletti non si accontentano e poco dopo Jaminet mette nuovamente l’ovale in mezzo ai pali. Questa volta su punizione. 10 a 0. Gli irlandesi, gente tosta, reagiscono immediatamente con Hansen. Questi, corre veloce, supera la linea di difesa francese e schiaccia in meta. Carberry trasforma: 10-7. L’Irlanda spinge ma è fallosa. Jaminet, dalla piazzola, realizza, ora siamo sul 13 a 7. A quattro minuti dal termine del primo tempo, altro farlo degli irlandesi, altra punizione e altro ovale in mezzo ai pali. 16 a 7. I verdi non cambiano registro ed il solito Jaminet colpisce: 19 a 7 e fine del primo tempo.

Durante l’intervallo il tecnico dell’Irlanda forse non si è spiegato bene. Gli uomini col trifoglio sul petto rientrano in campo sempre più fallosi. L’arbitro concede una nuova punizione alla Francia e Jaminet replica nuovamente: 22 e 7 per i galletti. Irlanda in difficoltà, ma i verdi sono tenaci. Da una touche viene creata una maul che porta Van der Flier a schiacciare in meta. Carbery trasforma e accorcia le distanze. Punteggio di 22 a 14. La metà di Van der Flier dà coraggio agli irlandesi che al 50’ vanno nuovamente in meta, poi trasformata, con Gibson-Park. Irlanda ad un punto dai francesi: 22 a 21. La Francia capisce il momento E reagisce. Atonio crea e Baille realizza: Francia 27 Irlanda 21. Minuto numero 72, fallo francese nella rack e Carbery che accorcia, Irlanda ora a soli tre punti dal pareggio. Gli sforzi irlandesi sono vani. Jaminet vai in meta, l’arbitro, però, non convalida e torna indietro al precedente vantaggio. Lo stesso Jaminet, Si incarica della punizione e porta il punteggio finale sul 30 a 24 per i transalpini. Partita bellissima.

Articolo a cura di Massimiliano Vienna – SportPress24

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: