Tragedia in una partita della Coppa d’Africa, 8 morti

Almeno 8 persone sono morte in una cotta fuori da uno stadio che ospitava una partita del principale torneo di calcio africano in Camerun lunedì, ha detto un funzionario del governo locale, rendendosi conto dei timori sulla capacità del paese di organizzare il più grande evento sportivo del continente.

Naseri Paul Biya, governatore della regione centrale del Camerun, ha affermato che potrebbero esserci più morti.

“Non siamo in grado di darvi il numero totale delle vittime”, ha detto.

La cotta è avvenuta quando la folla ha lottato per accedere allo stadio Olembe nella capitale Yaounde per vedere il paese ospitante giocare alle Comore negli ottavi di finale della Coppa d’Africa.

Funzionari del vicino ospedale Messassi hanno detto di aver ricevuto almeno 40 feriti, che sono stati portati d’urgenza in ospedale da polizia e civili. I funzionari hanno detto che l’ospedale non era in grado di curarli tutti.

“Alcuni dei feriti sono in condizioni disperate”, ha detto Olinga Prudence, un’infermiera. “Dovremo evacuare in un ospedale specializzato”.

Le persone sono state viste sdraiate immobili sulla schiena vicino all’ingresso dello stadio all’indomani della cotta. Un uomo si è inginocchiato accanto a una delle vittime e sembrava stesse cercando di rianimare la vittima. Scarpe, berretti e parrucche colorate – parte di alcuni dei costumi di gioco dei fan – erano sparsi per terra.

Testimoni hanno detto che i bambini erano tra quelli coinvolti nella calca. I testimoni hanno detto che è successo quando gli steward dello stadio hanno chiuso i cancelli e hanno smesso di far entrare le persone. Non è stato immediatamente chiaro se la cotta fosse avvenuta prima o durante la partita.

I funzionari di calcio hanno detto che circa 50.000 persone avevano cercato di assistere alla partita. Lo stadio ha una capacità di 60.000 persone ma non doveva essere pieno per più dell’80% per la partita a causa delle restrizioni sulla dimensione del pubblico a causa della pandemia di coronavirus.

La Confederation of African Football, che gestisce la Coppa d’Africa, ha dichiarato di essere a conoscenza dell’incidente.

“La CAF sta attualmente indagando sulla situazione e sta cercando di ottenere maggiori dettagli su ciò che è accaduto”, ha affermato. “Siamo in costante comunicazione con il governo del Camerun e il Comitato Organizzatore Locale”.

Uno degli alti funzionari della federazione, il segretario generale Veron Mosengo-Omba, è andato a visitare i fan feriti in ospedale, si legge nella nota.

Il Camerun ospita la Coppa d’Africa per la prima volta in 50 anni. La nazione centrafricana avrebbe dovuto ospitare il torneo nel 2019, ma l’evento è stato portato via quell’anno e assegnato all’Egitto a causa di gravi preoccupazioni per i preparativi del Camerun, in particolare per la prontezza dei suoi stadi.

L’Olembe Stadium era uno dei luoghi sotto esame. È lo stadio principale del torneo della durata di un mese e ospiterà altre tre partite, inclusa la finale del 6 febbraio.

L’incidente di lunedì è stato il secondo duro colpo per il Paese nell’arco di una giornata, dopo che almeno 17 persone sono morte quando un incendio ha provocato una serie di esplosioni in una discoteca di Yaounde domenica.

In seguito a quell’incidente, il presidente del Camerun Paul Biya ha esortato il paese a stare in guardia mentre ospita il suo più grande evento sportivo nazionale in mezzo secolo.

Il Camerun ha vinto la partita di lunedì 2-1 per passare ai quarti di finale.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball.com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: