Bufera Liverpool : sotto indagine per giocatori ‘falsi positivi’

L’EFL (English Football League) è sotto pressione per indagare sul perché i giocatori del Liverpool, risultati positivi al coronavirus prima del rinvio della prima semifinale di Coppa Carabao (coppa di lega) contro l’Arsenal, si siano poi ritrovati negativi. 

La English Football League ha ricevuto denunce da alcuni dei suoi club per il rinvio, dopo che Jürgen Klopp ha ammesso che tutto tranne uno dei test positivi del club era “falso positivo”. Il che significa che in seguito i test hanno dimostrato che questi calciatori in realtà non avevano il coronavirus e quindi la partita contro i “cannonieri” è stata erroneamente rimandata!

I club vogliono chiarezza su quando esattamente il Liverpool ha scoperto queste informazioni, come se fosse prima della partita contro l’Arsenal, c’era la possibilità che la partita andasse liscia, come previsto!

Le squadre vogliono indagare sulla situazione, proprio perché diversi di loro in questa stagione hanno chiesto rinvii a causa delle epidemie di Covid-19 e la maggior parte di queste richieste è caduta nel vuoto.

L’EFL sta quindi affrontando le chiamate dei club per avviare un’indagine sull’incidente, che potrebbe portare a una severa punizione del Liverpool se si scoprisse che il club ha nascosto le informazioni e non ha giocato senza una scusa seria!

La partita del 6 gennaio è stata riprogrammata dopo che il Liverpool ha segnalato un “numero in rapido aumento” di casi di Covid-19 all’EFL, che ha agito secondo le istruzioni del governo, posticipando la partita e fissandola per giovedì prossimo. Klopp, tuttavia, ha detto dopo la partita di Coppa contro lo Shrewsbury che i test successivi hanno mostrato che solo un giocatore, Trent Alexander-Arnold, aveva effettivamente il virus!

Il Liverpool ha subito almeno due turni di test prima del rinvio. Il primo round, che ha comportato l’utilizzo di test del dispositivo a flusso laterale (LFD), ha evidenziato una serie di casi positivi. Anche il secondo round, che ha comportato l’uso di test di reazione a catena della polimerasi (PCR) eseguiti da un laboratorio indipendente, ha evidenziato una serie di casi positivi.

Tuttavia, un terzo round di test, svoltosi dopo la prima partita in programma, ha mostrato che questi giocatori erano in realtà negativi. Il Liverpool non ha commentato quando è stato chiesto di confermare e spiegare quando sono stati rivelati i risultati della terza serie di test.

I risultati LFD “falsi positivi” sono considerati estremamente insoliti. Pertanto, la possibilità di successivi risultati “falsi positivi” è considerata altamente improbabile.

Quindi ora il Liverpool è minacciato di punizione, poiché le squadre fanno pressione sull’EFL per esaminare ulteriormente i casi di coronavirus dei Reds che hanno portato al rinvio della partita contro l’Arsenal, e si aspettano risposte.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball.com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: