Le Pagelle di Venezia-Lazio: Pedro, Acerbi e Luis Alberto chiudono il 2021 con il sorriso

Al Penzo è vero spettacolo. Venezia e Lazio non se le mandano a dire e danno vita a tanto gioco dove sovrasta quello biancoceleste vincendo 1-2 con i gol di Pedro, Forte per il momentaneo pareggio e il vantaggio di Acerbi al suo secondo gol consecutivo.

PAGELLE VENEZIA-LAZIO 1-3 : 3° Pedro (L) , 30° Forte (V), 47° Acerbi (L), 94° Luis Alberto

STRAKOSHA 6,5 : Incassa l’ennesimo gol per una disattenzione della sua difesa. Per il resto da parte sua non sbaglia nulla dando sicurezza al reparto.

MARUSIC 6 : Fa subito sentire la sua forza su Aramu al 1° bloccando un’avanzata pericolosa. Il solito Maresca lo condiziona nel fallo subito al termine del PT. Bravo a gestire la sua posizione. Gioca con attenzione.

LUIZ FELIPE 6 : Rispetto alle ultime uscite è più in difficoltà e lo si vede sulle discese di Arfamu e Kiyine. Si perde Forte in occasione del pareggio del Venezia. Viene ammonito al termine del PT giudicato severamente da Maresca. Gestisce bene il suo ST con pochi rischi davanti a Strakosha.

ACERBI 7 : Si prende i fischi da parte dei suoi tifosi per 90′ per le note vicissitudini del post Genoa. Cerca di non farsi condizionare restando concentrato. Segna il suo secondo gol consecutivo confermato della lega, con un colpo di spalla.

RADU 6 : Con l’assenza di Hysaj per affaticamento, il mister biancoceleste si affida all’esperienza del Romeno. Fa il lavoro ottimale come terzino, prendendo palla e alzando il baricentro biancoceleste. Un combattente, cerca sempre di recuperare e mandare in gioco i suoi, tanto sacrificio. 73° LAZZARI 5,5 : Non entra bene perdendo subito 2/3 palle su impostazioni di gioco. Bravo a bloccare Johnsen, ma è l’unica cosa buona per una prestazione assolutamente da rivedere.

MILINKOVIC 6 : Non è sereno. Tante giocate con rispettivi lisci e palle perse. Termina il PT con una prestazione insufficiente. Fa commettere sbagli di valutazione anche a Basic mandandolo spesso e volentieri fuori tempo. Squillo importante al 61° quando va a recuperare un pallone con tigna, si porta avanti ma Basic che riceve non conclude. Il suo assist a Luis Alberto per l’1-3 finale è un gioiello.

CATALDI 6 : Inizia bene, leggendo il gioco di Milinkovic e Basic. Non si fa trovare pronto sul tacco di Milinkovic al 15° al limite dell’area avversaria. Come contro il Genoa, comincia ad andare fuori tempo creando troppe occasioni per le discese avversarie. Dal suo calcio d’angolo arriva il gol del vantaggio con il tocco di Acerbi. 67° LEIVA 6 : Bravo a contenere il gioco avversario. Si trasforma in difensore dopo l’infortunio di Acerbi.

BASIC 6 : Ennesima partita dove parte titolare. Bravo a gestire il centrocampo mandando in confusione quello del Venezia. Prova dalla distanza al 20° di poco sulla traversa. Sbaglia tutto al 28° su assist di Anderson, ma è lo stesso brasiliano a dargli una palla completamente sbagliata. Soffre le giocate di Milinkovic che cerca di fare oltre quello che è in suo potere. Si prende un giallo per un fallo su Aramu, altro errore da evitare. Si mangia una potenziale occasione al 65° con un passaggio mollissimo verso Romero. 73° LUIS ALBERTO 7 : Le sue giocate danno velocità soprattutto ai movimenti di Zaccagni. Il suo gol è di fattura spettacolare, un gol che vale molto di più del cambio al tabellino.

PEDRO 7,5 : Prende palla e non si ferma, fa uno slalom incredibile all’Alberto Tomba al 3° e porta in vantaggio i biancocelesti. Riprova a dare una scossa ai suoi dopo il pareggio di Forte provando ad impensierire di nuovo Romero da fuori area. Mette tanta pressione e fa una delle sue migliori partite.

ANDERSON 5 : E’ di nuovo falso nueve, ma a differenza con il Genoa tocca pochissimi palloni. Qualche errore di valutazione soprattutto nella parte finale delle azioni. Va a scontrarsi con Zaccagni al 61°, troppo disordinato. 79° A. ANDERSON SV

ZACCAGNI 6,5 : E’ in forma ed è uno spettacolo vederlo giocare. Molte volte troppo isolato rispetto ai compagni di reparto. Cresce vistosamente dopo l’entrata di Luis Alberto. Si prende tutti gli spazi possibili. Manca il gol, ma il suo è un lavora incredibile.

ALL. SARRI 7 : Chiude il 2021 con una bella vittoria sul campo del Venezia. Bravo ancora una volta a sfruttare la sua panchina con l’ingresso di Luis Alberto che determina il risultato sul 1-3. Il gioco si conferma, ma da rivedere l’utilizzo di Felipe Anderson in difficoltà nella gara odierna.

VENEZIA (4-3-3): Romero 5.5; Mazzocchi 6.5, Caldara 6, Ceccaroni 5, Ebuehi 6; Crnigoj 6 (22′ st Tessmann 5), Vacca 6 (9′ st Busio), Ampadu 6 (29′ st Sigurdsson 6); Aramu 6.5, Forte 6.5 (29′ st Johnsen 6), Kiyine 5 (10′ st Okereke 5.5). Allenatore: Zanetti 6.

Articolo a cura di Stefano Ghezzi – Sportpress24.com

 

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: