Finisce 1-1 tra Sampdoria e Venezia, Henry risponde al vantaggio iniziale di Gabbiadini

Pareggio divertente e ricco di emozioni al Marassi tra Sampdoria e Venezia.  Pronti via e padroni di casa che trova il vantaggio dopo nemmeno un minuto di gioco grazie a Manolo Gabbiadini, abilissimo a concludere in rete dopo una rapida triangolazione con Caputo in area di rigore dei veneti.

Blucerchiati che nei primi 15 minuti di gioco fanno la partita e veneti che faticano a creare opportunità affidandosi esclusivamente a ripartenze troppo spesso imprecise e prevedibili. Al 17° minuto primo affondo del Venezia con Teesman, il classe ’01 entra in area di rigore ma viene anticipato con prontezza da un ottimo intervento di Audero.

Antonio Candreva al 25 minuti tenta il gol direttamente su punizione da buona posizione, ma il pallone si alza sopra la traversa. Il Venezia al 31° minuto prova su punizione da ottima posizione con Sofian Kiyine, il pallone però esce fuori di poco a lato del palo destro della porta di Audero. Il primo tempo si conclude con continui cambi di fronte e con un paio di occasioni per i padroni di casa, in particolare con una conclusione di Candreva respinta da un ottimo Romero.

Il secondo tempo si apre con i padroni di casa vicinissimi al gol del raddoppio, nell’occasione è Thorsby a sciupare di testa da pochissimi passi colpendo debolmente. Il Venezia prova ad alzare il proprio baricentro e si presenta con maggiore facilità dalle parti di Audero. Al minuto 57 è un ispirato Kiyine a provare la conclusione, ma Audero si supera e respinge con un poderoso intervento.

Partita divertente e ricca di fiammate sia da una parte che dall’altra, ma è ancora la Sampdoria ad andare vicinissima al raddoppio al 62 minuto con Thorsby, il venticinquenne norvegese particolarmente impreciso nell’occasione, spreca ancora una volta da posizione invitante. La Sampdoria ci prova di nuovo al 77° con Fabio Quagliarella, il tiro del partenopeo esce fuori di poco a lato.

Il Venezia però torna a crederci e trova il gol del pareggio all’88° con un gran gol di Thomas Hernry, bravo a mettersi alle spalle i diretti avversari ed a calciare dal limite sulla destra di un incolpevole Audero. Finale convulso e ricco di occasioni da una parte e dall’altra, ma il risultato rimane invariato.

Finisce 1-1 al termine di una partita molto divertente e che la Sampdoria avrebbe oggettivamente meritato di portare a casa. A pesare sono in particolare gli errori di Thorsby, il classe 96’ e risultato piuttosto sciupone in almeno un paio di occasioni, soprattutto in quella di inizio ripresa.

Con questo risultato la Sampdoria si porta al quindicesimo posto a 19 punti, mentre seguono i veneti a 17, attualmente, a + 7 dalla zona retrocessione.

 

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: