SOCIAL FOOTBALL SUMMIT – Segui l’evento in diretta con noi

Si apre oggi nella cornice dello stadio Olimpico, il Social Football Summit, convention arrivata alla sua quarta edizione, in collaborazione con Social Media Soccer.

Tanti gli ospiti che interverranno quest’oggi: Da Gianluca di Marzio, all’amministratore delegato della Lega di Serie A De Siervo, passando per Carnevali (AD Sassuolo).

Sicuramente l’ospite più atteso è Bobo Vieri, che nel tardo pomeriggio rilascerà un’intervista a Fabrizio Romano.

Ospite della giornata anche Paolo Condo.

10:10 –  WELCOME SPEECH 

Sara Benci, giornalista di Sky Sport apre la quarta edizione presentando i primi tre ospiti della giornata; G. Valentini, social Football Summit, R. Tavani, Delegato del presidente allo sport della Regione Lazio e V. Cozzoli, presidente di Sport e Salute SPA

10:18 – ROBERTO TAVANI

“Colmare il Gap con le altre leghe calcistiche, con un percorso che ci porta verso il futuro. Innovare e digitalizzare sono questi gli assi portati della Regione Lazio. ” Con  queste parole il delegato della R.Lazio apre il suo intervento, rivolgendosi ai tanti giornalisti presenti in sala.

10:25 – VITO COZZOLI 

“Siamo ad un anno da quella che doveva essere la ripartenza, cosi al momento ancora non sembra, ma lo sport e il calcio riescono comunque a Produrre emozioni.” Oggi partirà anche il Tour dello Stadio Olimpico, con le scuole gratis fino a natale, l’iniziativa non nasce dalla voglia di fare ricavi ma mettere a disposizione l’Olimpico e il Foro Italico. Nei prossimi giorni ci sarà il lancio dell’App, MySporteSalute.

“Migliorare gli impianti sportivi di tutta Italia” l’idea è volta a privilegiare la passione dello sport, che può svolgersi in qualunque posto.

“Chiudo con l’emozione di quando i ragazzi extracomunitari provenienti da tutta Italia, al Foro Italico hanno disputato una partita di calcio. Ho capito che possiamo tutti quanti fare di più.”

Finisce cosi il Welcome Speech, attendono nuovi ospiti ora

10:38 GOVERNANCE E FAIR PLAY 

Ospiti: Luigi De Siervo, (Lega Serie A) Javier Tebas (Liga) e Andrea De Bise di Calcio e Finanza

“Definirei buona la nostra situazione”con queste parole Tebas definisce buona la condizione economica della Spagna, grazie alle regole stabilite.

De Siervo: “Serie A, come capro espiatorio.

Per la lotta alla pirateria, non è stato fatto nulla, nemmeno  per ridurre il limite alle società di Betting, nonostante questo il governo italiano continua a fare circolare quest’attività. Pretendiamo un rapporto diverso con la politica. Abbiamo bisogno di programmazione seria e precisa, solo grazie a questa riusciremo a tornare al massimo splendore del calcio Italiano. Il calcio si sostiene anche grazie ai tifosi.  Una legge dello stato italiano impedisce di vendere i diritti all’estero e questa cosa ci penalizza molto. ”

TEMA DELLA SUPERLEGA

Tebas:” Il problema della superlega avrebbe peggiorato ancora di più il calcio. Aveva come finalità aggravare tutte le altre società. Aumentare gli introiti delle gare “Speciali”avrebbe diminuito quelli delle serie minori.
La Liga avrebbe perso di importanza, i quattro posti della Champions non sarebbero stati più importanti, si sarebbero persi quelli che sono i veri valori del calcio.

De Siervo:” Condivido completamente le parole di Tebas. Da noi la Superlega avrebbe distrutto i ricavi per un 30%. Giocare in maniera cosi ripetuta, avrebbe spento le attività interazioni delle nostre società. L’elemento chiave è che 12 squadre firmatarie erano quelle più indebitate. Dobbiamo migliorare il sistema attuale. Un sistema di controllo dei costi è necessario.”

Tebas:” Dobbiamo cercare delle soluzioni di carattere economico a problemi economici. Concentriamoci sulle regole.”

De Siervo:” Il Fair Play deve seguire le stesse regole, solo cosi si combatte il calcio “sbagliato”

Tebas:”In un momento di crisi come questo, servono norme rigide, in Spagna abbiamo calcolato quanto può spendere un club, questa sia stata una soluzione economica buona, ci ha portato ad una situazione in cui non abbiamo dovuto chiedere soldi allo stato.  Con queste misure si riduce l’inflazione.

De Siervo:” Vorrei focalizzare che il problema più grande è stata la perdita di 1,5mld di euro durante il periodo della pandemia.  I calciatori non hanno fatto la loro parte, il fatto ha reso nude le squadre alle prepotenze di agenti”

Tebas:” In primo luogo, i capitali non sono pericolosi perché vengono dall’estero, il problema è che questo viene da uno stato che non ha limiti. Si compete con un mercato completamente inflazionato. La linea di riforma che sta portando avanti la Uefa, non piace alle leghe europee,  per le problematiche precedenti. Gia abbiamo comunicato alla Uefa che non siamo d’accordo con la strada che sta prendendo. E’ importante che si rendano conto che stanno sbagliando e che debbono creare una linea dedita al fair play che possa essere di comune accordo per tutti.

De Siervo:” Il fondo del Newcastle non ha capito nulla del calcio italiano e vive di favole.

Siamo già una media Company, la strada maestra è tracciata, è evidente che la riflessione verso i nostri associati è aperta. La modalità spagnola è riuscita a gestire anche una quota dei soggetti che non hanno intenzione di continuare.”

Tebas:” La serie A, è la lega che ha più probabilità di crescita, devono capirlo. E’ quella che più si può avvicinare alla Premier. Vi ruberei (ride ndr), la Coppa e la Supercoppa.”

12:10 AGENT SCOUT 

Sono intervenuti Davide Lippi e Carlo Diana soci e fondatori di RESET GROUP, agenzia di scout ma non solo che annovera tra i talenti Giorgio Chiellini. Le tematiche affrontate sono diverse da come iniziare l’avventura da procuratore a come si arriva ad avere un prestigio a livello internazionale.

Più tardi arriverà Bobo Vieri e non solo

Articolo a cura di Matteo Columbro – Sportpress24.com

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: