FIFA, Al Thumama Stadium diventa il sesto stadio pronto per Qatar 2022

L’ultima sede del torneo FIFA World Cup™ del Qatar è stata svelata venerdì sera quando l’Al Thumama Stadium ha ospitato la finale della Coppa Amir tra Al Rayyan e Al Sadd. La splendida sede, progettata dall’architetto del Qatar Ibrahim M. Jaidah, è stata inaugurata alla presenza di Sua Altezza lo sceicco Tamim bin Hamad Al Thani, l’Emiro del Qatar, mentre il paese ha segnato un’altra pietra miliare sulla strada verso il 2022.

 La cerimonia di inaugurazione si è svolta prima della finale e ha coinvolto gli scolari locali che hanno celebrato il design dello stadio. In campo, Al Sadd ha vinto la finale 5-4 ai rigori dopo che la partita è finita 1-1 dopo 90 minuti. È stata la 18esima vittoria record nella competizione per i Lupi.

Progettato per assomigliare al berretto “gahfiya” indossato da uomini e ragazzi in tutto il mondo arabo, Al Thumama è il primo stadio della Coppa del Mondo FIFA™ ad essere progettato da un architetto del Qatar. La sede da 40.000 posti ospiterà le partite fino alla fase dei quarti di finale durante il Qatar 2022. Segue Khalifa International, Al Janoub, Education City, Ahmad Bin Ali e Al Bayt nell’essere dichiarati pronti ad ospitare le partite durante il torneo del prossimo anno.

Hassan Al Thawadi, Segretario Generale del Supreme Committee for Delivery & Legacy (SC), ha dichiarato: “Siamo incredibilmente orgogliosi di aver inaugurato il sesto stadio pronto per il torneo in vista della Coppa del Mondo FIFA del prossimo anno. Al Thumama è un luogo molto speciale per tutti in Qatar. Rende omaggio a un importante capo di abbigliamento indossato con orgoglio da uomini e ragazzi in tutto il mondo arabo e il suo design unico mette in mostra il talento e l’innovazione della nostra gente”.

Al Thawadi ha proseguito: “Siamo ormai a un passo dalla Coppa del Mondo. Presto passeremo un anno per raggiungere il traguardo e ospitare la Coppa Araba FIFA, che ci darà un’importante opportunità per testare tutti i nostri piani per il Qatar 2022. Siamo pronti e preparati a ospitare una Coppa del Mondo memorabile a beneficio del Qatar, la regione e il mondo”.

Il presidente della FIFA, Gianni Infantino, ha dichiarato: “Il Qatar continua a stupire il mondo del calcio e non si fermerà fino a quando non si chiuderà il sipario sulla Coppa del Mondo FIFA. Lo stadio Al Thumama è un’altra opera d’arte e ha un grande significato per il paese e la regione. Non vedo l’ora di vedere il primo torneo di calcio panarabo FIFA che si terrà proprio qui tra poche settimane e di assistere alla prima Coppa del Mondo FIFA in Medio Oriente tra un anno”.

“Sono entusiasta di essere qui oggi, accanto a Sua Altezza l’Emiro, e di avere l’opportunità di ringraziarlo personalmente per gli sforzi del Qatar, che vanno ben oltre la consegna di quella che sarà la migliore Coppa del Mondo FIFA di sempre nel 2022”, ha aggiunto Infantino.

Al Thumama dispone di una tecnologia di raffreddamento all’avanguardia, che consentirà alla sede di ospitare eventi durante tutto l’anno. Il suo distretto comprende una serie di strutture sportive, tra cui piste ciclabili e da corsa, e ampi spazi verdi, a beneficio della comunità locale.

L’ingegnere Yasir Al Jamal, presidente dell’ufficio operativo della SC e vicepresidente dell’ufficio tecnico di consegna, ha dichiarato: “Lo stadio è spettacolare e l’inaugurazione è un’altra pietra miliare nei nostri preparativi. Altri due stadi – Al Bayt e Ras Abu Aboud – saranno svelati durante la FIFA Arab Cup, seguiti dal Lusail Stadium nel 2022. Abbiamo superato il 98% di completamento nei nostri progetti e rimaniamo in ottima forma in vista della Coppa del Mondo del prossimo anno”.

Al Jamal ha continuato dicendo che le persone di Al Thumama sono state prese in considerazione dall’inizio del progetto.

“Siamo orgogliosi che tutte le nostre sedi avranno un impatto positivo nelle loro comunità locali”, ha affermato Al Jamal. “Al Thumama, in particolare, avrà un ruolo importante da svolgere in termini di impianti sportivi per la popolazione locale dopo i Mondiali. Diventerà un punto focale per la comunità e un costante promemoria positivo della prima Coppa del Mondo in Medio Oriente e nel mondo arabo”.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball.com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: