Barcellona-Real Madrid, il primo ‘Clasico’ senza Messi

Il primo Clasico dell’anno, tra Barcellona e Real Madrid, dopo l’addio di Lionel Messi che avverrà domenica al “Camp Nou”, ruba come sempre l’interesse dei tifosi di tutto il mondo.

Una partita speciale, che plasma i dati, visto che quello che accadrà in campo non influenzerà solo il punteggio de LaLiga ma anche le finanze dei due club.

Il derby più competitivo e top del mondo, che ha iniziato il suo viaggio il 26 marzo 1916. Poi le due grandi squadre si sono incontrate per la prima volta in Coppa: in tutte le competizioni, in 246 partite, il Real Madrid ha 98 vittorie contro 96 di Barcellona, ​​52 partite terminate senza un vincitore, mentre i gol sono 410 (per il Real) e 401 (per il Barcellona).

Come vedete, non si tratta solo di una partita, ma di un vero e proprio derby tra due multinazionali. Un derby da 1,428 miliardi. euro (765 milioni per il Real e 672 milioni per il Barcellona). Lo si evince dal valore attuale dei giocatori dei due club nel mercato azionario internazionale del calcio dove si distinguono:

Il centrocampista brasiliano Casimiro (70 milioni di euro), il centrocampista uruguaiano Federico Valverde (65 milioni) e il portiere belga Thibaut Courtois (60) sono i giocatori più costosi di Carlo Ancelotti. Sono invece costati gli assi di Ronald Koeman: il centrocampista olandese Frankie de Jonk (90), il giovane centrocampista spagnolo Pedri (80 cm) e la nuova grande stella, il centrocampista Ansou Fati (60 milioni di euro). Ovviamente non bisogna dimenticare che Fati ha firmato un nuovo contratto fino al 2027 e con una clausola (come Pedri) che ammonta a 1 miliardo di euro a testa!

 Secondo recenti statistiche, si stima che il numero medio di telespettatori sia compreso tra i 700 e gli 800 milioni di persone nel mondo, con numeri record di vendite di diritti televisivi a reti e operatori via cavo in tutto il mondo.

È caratteristico che, se Clásico fosse uno stato (!), Avrebbe un’area economica più ampia di 14 paesi nel mondo. Come ha scritto tipicamente il quotidiano spagnolo As. “Barcellona e Real Madrid hanno creato un impatto economico di 1.596 milioni di euro nel 2019, più del Pil di economie come Samoa, Isole Salomone, Tonga, Dominica e Micronesia”.

Contemporaneamente nella battaglia dei social, secondo le ultime ricerche di Deloitte, il Real Madrid è il club con più follower al mondo, superando i 251,5 milioni di tifosi, mentre subito dietro c’è il Barcellona con 248 cm.

 Anche i tour organizzati dalle due squadre al Camp Nou e Bernabéu, (il Bernabéu Tour e il Camp Nou Experience con biglietti intorno ai 30 euro) accolgono insieme 2,3 milioni di visitatori ogni anno.

 Se si tenta una proporzione a livello turistico, si supera il numero di visitatori ricevuti da paesi come Slovacchia (2,2 milioni), Ecuador (1,7 milioni) o Nigeria (1,9 milioni).

In termini di sponsorizzazioni e maglie, il Barcellona è il main sponsor della telefonia giapponese Rakuten, anche se alla fine della prossima stagione l’affare finisce e si sta già cercando un sostituto per i 35 milioni di dollari l’anno che vanno nelle sue casse. Certo, ha concordato 120 milioni di dollari all’anno con Nike entro il 2028.

Dal canto suo, il Real Madrid ha rinnovato nel 2019 con adidas. L’attuale contratto è valido per la stagione 2027/28 e prevede utili per circa 130 milioni di dollari l’anno, mentre Emirates pagherà 75 milioni di dollari l’anno fino al 2022 per suggellare il segno sul petto della maglia del Real Madrid.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball.com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: