Pallone D’Oro, Jorginho si dichiara : “Lo sogno da bambino”

Il 2021 potrebbe benissimo essere caratterizzato come l’anno di Jorginio. Il brasiliano naturalizzato italiano centrocampista del Chelsea è tra i 30 calciatori che si aggiudicheranno quest’anno il più nobile e importante riconoscimento individuale al mondo, il “Pallone d’Oro” della prestigiosa e prestigiosa rivista francese “France Football”, dove vota a nome della Grecia, il nostro collega Staramopoulos.

Il centrocampista del Chelsea è stato uno dei grandi protagonisti della squadra inglese che è riuscita a vincere la Champions League per la seconda volta nella sua storia. Ma non è stato solo questo: Zorginio ha giocato un ruolo importante anche nel successo della Nazionale italiana che ha vinto il 16° Campionato Europeo, che è il secondo della sua storia dopo il 1964. È logico quindi che questo grande calciatore si senta uno speciale attrazione e voglia di alzare tra le mani il “Pallone d’Oro” visto che ha già conquistato la “maglia d’argento” della UEFA, come miglior calciatore della stagione in Europa.

Jorginio, infatti, non ha nascosto che è suo sogno d’infanzia vincere il “Pallone d’Oro” ad un certo punto:

“Quale bambino non sogna di vincere il Pallone d’Oro? Sognare qualcosa di piccolo o qualcosa di grande è lo stesso, quindi è meglio sognare qualcosa di grande. Sarebbe fantastico trovare le parole per spiegare cosa significasse per me. È difficile, è qualcosa che quando ho iniziato a giocare a calcio era così lontano che ora che sono così vicino è già incredibilmente bello. Le cose stanno cambiando velocemente, stavo facendo bene al Chelsea e quest’anno è andato tutto bene. Con il supporto di tutti, mi sento molto calmo e felice”.

Intanto il ct della Nazionale italiana, Roberto Mancini, ha sottolineato dal canto suo dopo la “finale” della Nations League dove la “Squadra Azzurra” ha prevalso con 2-1 del Belgio all'”Allianz Arena” di Torino, che sarebbe molto “strano” se il “Pallone d’Oro” per il 2021 non venisse assegnato a Jorginho.

“Ha vinto Euro 2020 e Champions League e se lo merita. “Se succederà qualcos’altro, sarà molto strano per me”, ha detto il tecnico 56enne, in attesa che il “Pallone d’Oro” venga assegnato a un calciatore italiano per la prima volta dal 2006, quando Fabio Cannavaro ha dominato.

Ora dobbiamo pazientare fino al 29 novembre per scoprire chi sarà il grande vincitore di questo premio di quest’anno.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball.com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: