Barcellona, Jordi Cruyff ‘salva’ Koeman

All’ultimo momento, il presidente del Barcellona, ​​​​Joan Laporta, ha cambiato la sua decisione per il futuro di Ronald Koeman sulla panchina della squadra catalana.

Questo perché venerdì mattina, mentre Laporta aveva quasi deciso di togliere Ronald Koeman dal timone del Barcellona, ​​ha avuto un incontro con il suo consigliere, Jordi Cruyff, figlio della leggenda, Johan, che lo ha costantemente convinto a non procedere con il cambio di allenatore.

L’uomo forte dei “blaugrana” aveva deciso di licenziare il tecnico 58enne prima della partita con l’Atletico Madrid, tuttavia – come rivelato dal catalano TV3 – Jordi Cruyff lo ha convinto a dare un’altra chance a Koeman.

I dati sulla permanenza del tecnico olandese sono cambiati definitivamente venerdì scorso (01/10), in un incontro tra Laporta e Cruyff, con quest’ultimo che gli ha consigliato di porre fine alle voci di licenziamento e agli scenari che erano trapelati ai media. lui per parlare con Koeman e mettere le cose in ordine.

Il presidente del Barcellona ha parlato con l’allenatore sabato mattina (02/10) e ha deciso di tenerlo sulla panchina della squadra, comunicando la sua decisione ai media spagnoli. Allo stesso tempo, Laporta ha deciso di dare un ruolo molto più attivo a Jordi Cruyff all’interno della squadra, offrendogli ora un posto nel reparto calcio, al fine di rafforzare il profilo e la posizione di Koeman nello spogliatoio del Barcellona.

Nel frattempo, a margine della riunione della nazionale olandese in vista delle qualificazioni ai Mondiali del 2022, i giornalisti olandesi hanno chiesto a Memphis Depay se si fosse … pentito della sua scelta di continuare la sua carriera a Barcellona, ​​​​a causa dei problemi molto grandi che il club catalano sta affrontando, con lui, però, assoluto.

“Come puoi chiedermi se mi sono pentito del Barcellona? Tutti conoscono la grandezza della squadra e quanto significhi per un calciatore giocare per questo club. Ma per risponderti, no, non me ne pentirò mai”, ha sottolineato inizialmente l’attaccante 27enne e ha aggiunto:

“Comprendiamo la situazione e la verità è che c’è stato il panico, perché nessuno è abituato al Barcellona in una situazione del genere. “Ma non sono preoccupato e credo che le cose cambieranno presto”, ha concluso Depay.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball.com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: