La leadership della FIFA accoglie con favore il cambiamento del governo britannico sulle questioni estere

La International Football Association (FIFA) ha accolto con favore la decisione del governo britannico di consentire ai giocatori internazionali, in particolare ai sudamericani che giocano in Inghilterra, di beneficiare di una quarantena ridotta al loro ritorno dalle squadre nazionali dopo le prossime qualificazioni ai Mondiali.
“La FIFA accoglie con favore la decisione del governo britannico di consentire ai giocatori completamente vaccinati di rappresentare i propri paesi nelle prossime qualificazioni ai Mondiali e di tornare dai paesi della lista rossa in condizioni di quarantena appropriate. Riteniamo che la situazione attuale sia nettamente migliore di quella che abbiamo vissuto a settembre. Sappiamo però che questa decisione non riguarda tutti i giocatori e rimaniamo determinati a migliorare la situazione nelle prossime finestre internazionali”, si dice tipicamente nell’annuncio della FIFA.
Venerdì (01/10), le autorità britanniche hanno annunciato di aver raggiunto un accordo per risolvere la questione del rilascio degli internazionali stranieri che dovevano recarsi nei paesi della lista rossa, che sono i più colpiti dalla pandemia.
I giocatori che hanno ricevuto le due dosi del vaccino contro il coronavirus potranno continuare ad allenarsi e a giocare le loro partite di club dopo la finestra internazionale di ottobre. Ma dovranno pernottare in un albergo o alloggio privato fornito dal club per 10 giorni.
Durante la “finestra” internazionale di settembre, le società calcistiche inglesi hanno rifiutato di consentire ai calciatori di partecipare alle partite delle loro squadre nazionali, nelle partite che si svolgono nei paesi della lista rossa. Compresi molti paesi dell’Africa o del Sud America, a causa della quarantena obbligatoria, a cui dovevano essere posti al loro ritorno.
Il Manchester United, ad esempio, aveva “tenuto” il suo attaccante uruguaiano, Edinson Cavani, mentre il Liverpool aveva “tenuto” l’attaccante egiziano, Mohamed Salah e diversi nazionali brasiliani.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball.com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: