Lewandowski e i suoi Record: battuto Gerd Muller

Robert Lewandowski vive momenti mitici. L’attaccante polacco internazionale del Bayern Monaco negli ultimi due anni è emerso come il miglior giocatore del calcio mondiale. Ha iniziato vincendo la tripletta con la sua squadra Bayern (campionato, coppa Champions).
È diventato il capocannoniere della Champions League e alla fine del 2020 il miglior calciatore del mondo ai premi FIFA. Con un vantaggio dalla sua migliore prestazione individuale (34 gol in Bundesliga), Robert Lewandowski ha alzato l’asticella a livelli storici nella stagione 2020/21, superando all’ultimo minuto il record di mezzo secolo del compianto Gerd Miller, con 41° gol in 29 partite! 
Lewandowski: “Abbinarmi a Gerd Müller è fantastico, lo ammiro molto. Non mi sarei mai aspettato di poter battere questo record un giorno”
In qualche modo, il capocannoniere polacco della sua generazione non aveva avversario per vincere la Scarpa d’Oro Europea, per la prima volta nella sua carriera, un premio che ha ricevuto ufficialmente a mezzogiorno di martedì (21/9) in un evento speciale tenutosi a Monaco di Baviera.

BILD sulla struttura salariale del Bayern: Lewandowski è il più alto guadagno con un massimo di 23 milioni di euro all’anno. Neuer, Müller e Sané guadagnano poco meno di 20 milioni di euro. Dopo il rinnovo del contratto, Kimmich ora può anche ottenere fino a 20 milioni di euro all’anno con bonus

Lewandowski ha lasciato indietro, con 11 gol di scarto la superstar argentina Lionel Messi e con 12 Cristiano Ronaldo e con la prestazione di 82 punti (x2 il fattore di difficoltà dei 5 top league) ha segnato la 4° top performance nell’istituzione, le ultime 25. In effetti, questa è stata la prima volta che un calciatore della Bundesliga ha vinto il premio, dopo quasi 50 anni e il predecessore del leggendario record, Gerd Miller

Così Robert Lewandowski è diventato il secondo giocatore della Bundesliga a ricevere questo premio dopo Gerd Miller (1970 e 1972).

“Sono molto felice per questo grande onore”, ha detto Lewandowski. “Vorrei ringraziare la mia famiglia, i miei compagni di squadra, lo staff tecnico e tutto il Bayern. Non potrei vincere tali titoli senza il loro supporto. Nello sport, come in tutta la vita, è fondamentale apprezzarsi a vicenda, sostenersi a vicenda, trattarsi sempre in modo equo e sforzarsi di essere un modello per gli altri.

Per questo dedico questo premio a tutte le persone che ogni giorno sono al mio fianco. Sono molto felice per quello che abbiamo raggiunto insieme come squadra. Grazie mille”, ha aggiunto.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball.com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: