Interpol, maxioperazione per scommesse ad Euro2020: arresti e confische

Un’operazione dell’Interpol contro il gioco d’azzardo illegale durante Euro 2020 ha portato a 1.400 arresti e al sequestro di 7,9 milioni di dollari (6,7 milioni di euro) in contanti, ha riferito martedì l’agenzia criminale globale con sede a Lione.

Migliaia di raid in Asia e in Europa hanno portato anche alla confisca di computer e telefoni cellulari collegati a quasi 465 milioni di dollari di scommesse.

“Mentre la maggior parte di noi guardava il Campionato Europeo UEFA da semplici tifosi, centinaia di ufficiali specializzati in 28 paesi prendevano di mira i gruppi della criminalità organizzata che cercavano di guadagnare milioni dal gioco d’azzardo illegale e dalle relative attività di riciclaggio di denaro”, si legge in una dichiarazione dell’Interpol.

La polizia di Hong Kong ha arrestato più di 800 sospetti, “incluso il presunto boss di un sindacato di scommesse controllato da una triade”, afferma la dichiarazione.

In quella che è stata descritta come una delle operazioni di maggior successo di Hong Kong di sempre, hanno sequestrato $ 2,7 milioni in contanti e registrando centinaia di milioni in scommesse.

In Italia, sede dei campioni d’Europa al torneo ritardato dalla pandemia, l’operazione SOGA VIII ha ispezionato 280 negozi di scommesse e ha erogato 1,3 milioni di euro di sanzioni per schemi di scommesse illegali.

In tutto, le otto operazioni SOGA dell’Interpol hanno portato a più di 19.000 arresti, sequestri di contanti per oltre 63 milioni di dollari e la chiusura di oltre 4.000 sale scommesse illegali.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball.com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: