Le Pagelle di Milan-Lazio : Biancocelesti in ritardo e una difesa da rivedere

Partita dalla grande pressione sin dai minuti iniziali. Molto fisica e fallosa, un Milan-Lazio che ha visto i rossoneri prendere campo ed essere padroni. Lazio troppo arrendevole con una difesa imbarazzante che fa arrabbiare lo stesso Sarri.

Rossoneri che si dimostrano superiori grazie anche alla consapevolezza di essere una grande squadra e grazie anche al rientro di Zlatan Ibrahimovic. E’ solo la terza giornata, ma i 3 punti conquistati dagli uomini di Pioli permettono di avere una certa sicurezza.

LE PAGELLE DI MILAN-LAZIO 2-0 : 45° Leao (M) 67° Ibrahimovic (M) :

REINA 5 : Incassa il gol complice la sua difesa che invece di marcare, aspetta. Il gol di Leao fa allarmare il suo reparto per mancanza di una figura carismatica e di esperienza a copertura. Il raddoppio è un gioco da ragazzi per Ibra, atteggiamento sconsolato

MARUSIC 4,5 : Si prende il posto di Lazzari, ma sbaglia tutti i movimenti verso Leao. Poca collaborazione con i compagni di reparto, facendo fare al Milan il bello e cattivo tempo. 64° LAZZARI :

LUIZ FELIPE 5,5 : Inizia forte il brasiliano, soprattutto sulle discese di Hernandez, ma sbaglia tutto in occasione del gol di Leao che non lo affronta, ma lo aspetta : errore troppo provinciale. Difesa assente sul gol di Ibrahimovic e anche in questa occasione invece di andare a contrastare Rebic lo aspetta.

ACERBI 5,5 : Nella partita dove occorre la sua esperienza e lettura di gioco, concede la posizione centrale a Luiz Felipe che sbaglia clamorosamente in occasione del vantaggio del Milan. Sembra avere paura del gioco, non staccando mai di testa, cosa alla sua portata. Blocca subito Ibrahimovic nella sua prima azione, ma il 2-0

HYSAJ 5 : Cade nella trappola del Milan che non gli permette di ripartire. Acerbi e Luiz Felipe non lo aiutano e ha difficoltà a ragionare anche con il centrocampo. Per fermare Tonali si gioca il jolly del cartellino giallo. Gioca meglio con gli innesti nel ST, ma troppo tardi.

MILINKOVIC 5,5 : Non è facile il duello con Leao, molto fisico e anche falloso. E’ lui che prova ad impensierire Maignan con un colpo di testa molto spigoloso. Troppo tiki taka tanto da far ripartire il Milan in occasione del vantaggio rossonero con Leao. Prova insufficiente la sua che non è mai riuscito ad impattare su nessuna occasione.  80° BASIC 6 : Fa il suo ingresso in Serie A forse nel momento peggiore dei suoi, quando i giochi già sono fatti. Cerca di impostare soprattutto verso Zaccagni. Gioca con tranquillità seppur in un momento delicato.

LEIVA 6 : Una regia che evita forse un passivo peggiore. Nel PT ferma tante discese, ma troppa confusione dei compagni che non gli permettono di impostare il gioco. La sua esperienza permette di evitare un passivo peggiore, facendosi trovare sempre nel momento migliore. Non ha collaborazione di Luis Alberto, assente ingiustificato nel gioco oggi.

LUIS ALBERTO 5 : Non inventa il gioco e soffre molto l’aggressione dei rossoneri. E’ lui che deve innescare l’attacco con Anderson e Immobile, ma sembra non conoscere i loro movimenti. Marcato a uomo, non riesce a liberasi, troppo legato alla sua mattonella.

PEDRO 6 : Solita partita di sostanza. Spazia da destra a sinistra dando copertura soprattutto nei cambi di gioco del Milan. Forse è l’unico che merita la sufficienza nel PT, ma non ha certo collaborazione da parte dei suoi compagni. 84° RAUL MORO 6 : Ragazzino che promette bene. Pochi minuti per lui, ma desta molta curiosità vederlo titolare.

ANDERSON 5 : Una sofferenza nel PT, mai incisivo senza deliziare il pubblico delle sue sgaloppate. Nelle poche palle giocate, non riesce a vedere la porta, ma soprattutto a superare la difesa avversaria. 64° ZACCAGNI 6 : Ingresso voglioso dell’ex Verona che mette subito una palla d’oro sui piedi di Luis Alberto che spara in maniera sbilenca. Gioca sull’esempio dei compagni, trattenendo troppo la palla e scontrandosi troppe volte con Calabria che capisce tutto. Le sue discese e giocate corte, forse erano interessanti vederle prima.

IMMOBILE 5,5 : Non è certo uno dei momenti migliori per la Scarpa D’Oro. Nella settimana che lo ha visto al centro delle polemiche per quanto riguarda la Nazionale, Immobile si va a scontrare con il duo Mazzoleni/Chiffi che al termine del PT lo puniscono con un calcio di rigore fortunatamente sbagliato da Kessie. Riparte il ST sulle stesse scene del primo, sempre in ritardo e male nei controlli. Non molla mai e nonostante la serata ‘no’ è lui che impensierisce Maignan con un tiro velenoso. 84° MURIQI SV

SARRI 5 : Forse non si aspettava un inizio cosi in bambola dei suoi. Un PT regalato al Milan con tanta confusione soprattutto degli uomini migliori che dovrebbero impostare. Cambia sensibilmente nel ST con i vari cambi che hanno cercato di dare manforte e velocità. Partita che dimostra ampiamente l’urgenza di un difensore centrale seppur svincolato. Espulso al termine per il solito comportamento spocchioso e minaccioso di Saelemaekers.

MILAN (4-2-3-1): Maignan 6; Calabria 6,5, Tomori 6,5, Romagnoli 7, Theo Hernandez 6,5; Kessié 6 (dal 60′ Bakayoko 5, dal 74′ Bennacer 6), Tonali 7,5; Florenzi 5,5 (dal 60′ Saelemaekers 6), Brahim Diaz 6,5 (dall’80’ Ballo-Touré 6), Leao 7 (dal 60′ Ibrahimovic 6,5); Rebic 7. All. Stefano Pioli 7.

Articolo a cura di Stefano Ghezzi – Sportpress24.com

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: