Futsal – D’Egidio: per Pescara sarà la stagione del riscatto

Parliamo con Gabriele D’Egidio, pescarese doc , storico dirigente del Futsal Pescara 1997, impegnato in una sapiente azione di restyling della società adriatica.

Gabriele, quest’anno sei impegnato in una fase di rilancio e sviluppo della storica e prestigiosa società abruzzese. Puoi spiegarci sommariamente questo progetto di rinnovamento?

Innanzi tutto, bentrovato a te e ai vostri lettori. Dopo l’abbandono del mondo dello sport da parte del nostro storico Sponsor, abbiamo dovuto reinventarci e rinnovare la nostra mission. Pertanto da subito abbiamo pensato che era giunta l’ora di far partire questo grande progetto di rilancio del nome della Città di Pescara nel Futsal italiano. Abbiamo convogliato 3 eccellenze sotto un unico nome Futsal Pescara cioè Pescara 1997 (serie A maschile), Femminile Pescara (serie A femminile) e Academy Pescara (serie A2 maschile). Le prime due sono la massima espressione della serie A essendo tra le squadre più titolate, mentre con l’Academy speriamo di diventare un punto di riferimento per le tantissime società che mirano alla crescita dei giovani.

Quali saranno secondo te,  i vostri punti di forza in previsione della stagione oramai alle porte?

La conoscenza maturata  in questi 12 campionati consecutivi di serie A, sommata all’esperienza di tanti nostri atleti abituati a gareggiare per vincere, e la compattezza del gruppo, ha creato forti motivazioni e un grande spirito di rivalsa, avendo fallito gli obiettivi della scorsa stagione.

Ovviamente siete una delle realtà più attese ai nastri di partenza, per storia e tradizione. Cosa ti senti di assicurare agli addetti ai lavori, ma soprattutto ai tifosi?

Come dici bene tu “siamo una delle realtà più attese ai nastri di partenza, per storia e tradizione”, ma non tutti la pensano così. I vertici di questo sport ci reputano di seconda fascia, probabilmente perché dopo l’abbandono del marchio Acqua &Sapone,  pensano che stiamo per lasciare anche noi. Ma vi dico che non è assolutamente vero: anzi! Pertanto tutti possono stare tranquilli che daremo battaglia sui campi fino all’ultima goccia di sudore e riguardo i tifosi, li invitiamo a seguirci al palazzetto, sui social ed in tv perché ci divertiremo!

Quale è la tua personale griglia di partenza, del massimo campionato di serie A?

Ci sono almeno 3/4 squadre che hanno allestito degli ottimi organici  ma non si può non ripartire dal Pesaro per l’ambizione del Presidente, per l’allenatore più vincente in Italia e per la qualità della rosa. Poi ci sarà sempre qualche sorpresa, cosa che si verifica  in ogni stagione.

Sempre secondo la tua esperienza, quale è la squadra che ha operato meglio sul mercato, e quale sarà a tuo avviso la outsider?

Pesaro ha cambiato poco ma ha inserito i giocatori giusti al posto giusto. Napoli ha speso molto per giocatori di qualità, l’Olimpus Roma ha cambiato molto migliorando il grande spessore  dimostrato la scorsa stagione, mentre, Eboli e Meta Catania hanno cambiato tantissimo mantenendo sempre le caratteristiche dell’anno passato. Infine, Matera, Padova, Sandro Abate e  San Giuseppe,  dovranno dare continuità a quanto di buono fatto lo scorso campionato. Ho molta curiosità di vedere cosa ha costruito “quella vecchia volpe” di Francesco D’Ario nel Ciampino Aniene Anni Nuovi, e l’impatto che avranno con la serie A, le squadre neopromosse guidate dai miei due amici mister Monsignori e Rinaldi.

Nonostante il tuo ruolo, sei sempre stato una  figura di riferimento per tutto il movimento abruzzese. Puoi farci una panoramica generale  dello stato di salute del Futsal in Abbruzzo?

La mia passione per questo sport, l’ho sempre messa a disposizione di tutti i miei corregionali: ho dato consigli e aiutato ad allestire squadre in tutte le categorie. Nonostante questa Pandemia, che ci attanaglia da quasi 2 stagioni, il Futsal Abruzzese non si è smarrito. Il Comitato Regionale, ha svolto un grande lavoro, riuscendo non solo a confermare i numeri delle società iscritte nella scorsa annata, ma addirittura li ha incrementati. E’ un vanto sapere, che una piccola regione come la nostra, disputerà tutti i campionati (C1, C2 e serie D maschile e serie C femminile), perché non tutte le regioni possono farlo.

Grazie Gabriele, ti auguriamo un ottimo lavoro, e buona fortuna per la stagione che verrà.

@foto pagina face book  Asd Pescara 1997 – Articolo a cura di Roberto Martin – Sportpress24

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: