FIFA, pubblicazione del rapporto di dieci anni di trasferimenti internazionali

  • 48,5 miliardi di dollari spesi in commissioni di trasferimento nell’ultimo decennio
  • 200 associazioni membri della FIFA coinvolte nei trasferimenti internazionali
  • I primi 30 club in termini di spese di trasferimento sono europei

La FIFA ha pubblicato un rapporto sui trasferimenti internazionali nel calcio maschile durante il periodo 2011-2020, la più completa revisione dei trasferimenti in tutto il mondo mai prodotta.

Il rapporto conferma che l’attività di mercato è aumentata costantemente negli ultimi dieci anni. Da 11.890 trasferimenti effettuati nel 2011 a un picco di 18.079 nel 2019, si sono verificati un totale di 133.225 trasferimenti internazionali e prestiti di giocatori professionisti, mentre nel periodo sono stati spesi 48,5 miliardi di dollari per commissioni di trasferimento.

200 associazioni affiliate alla FIFA coinvolte

I trasferimenti hanno coinvolto 66.789 giocatori e 8.264 club di 200 federazioni affiliate alla FIFA, sottolineando così il ruolo del calcio nell’economia globale. I brasiliani trasferiti in club stranieri sono in cima alla lista con 15.128 trasferimenti, seguiti da argentini (7.444), britannici (5.523), francesi (5.027) e colombiani (4.287).

Spesa per le commissioni di trasferimento dei club europei

Nell’ultimo decennio, il numero di club che effettuano trasferimenti internazionali è cresciuto di oltre il 30%, da 3.167 nel 2011 a un picco di 4.139 nel 2019. L’elenco dei primi 30 club in termini di spesa per i trasferimenti era composto esclusivamente da club europei : Inghilterra (12 club), Spagna e Italia (cinque a testa), Germania (tre), Francia e Portogallo (due a testa) e Russia (una).

Quei 30 club da soli hanno speso un totale di 22,8 miliardi di dollari in tasse di trasferimento, rappresentando il 47% del totale globale nel decennio.

Aumento delle commissioni degli agenti

Come identificato dalla FIFA nel suo corso riforma del sistema dei trasferimenti, il rapporto conferma anche un forte calo dei contributi di solidarietà, con l’importo del 2020 (38,5 milioni di dollari) che rispecchia quello del 2011 (38,0 milioni di dollari). Questa tendenza rafforza la necessità della FIFA Clearing House, che la FIFA prevede di aiutare a far rispettare i compensi per la formazione e i pagamenti di solidarietà fino a un importo di circa 300 milioni di dollari all’anno.

Il calo dei pagamenti delle indennità di formazione è in netto contrasto con l’importo delle commissioni pagate agli agenti, che è passato da 131,1 milioni di dollari nel 2011 a 640,5 milioni di dollari nel 2019. Un totale di 3,5 miliardi di dollari è stato pagato per le commissioni degli agenti nei trasferimenti internazionali oltre il corso del decennio.

Fai clic per accedere a FIFA-Ten-Years-International-Transfers-Report.pdf

Articolo a cura della Redazione di Sportpress24.com

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: