Premier League contro la Fifa : “Nessun giocatore nella Lista Rossa”

La decisione dei club della Premier League è stata chiara: nessun giocatore sarà rilasciato per giocare nei paesi che sono nella “lista rossa” dell’Inghilterra.

L’annuncio di martedì dal campionato più ricco del mondo ha evidenziato la crescente reazione della FIFA al calcio a causa della sua decisione di ignorare i requisiti di quarantena legati al coronavirus e le preoccupazioni di club e leghe di spingere per più qualificazioni. .

A differenza di altri giochi internazionali durante la pandemia, la FIFA non consente più ai calciatori di essere esentati dal viaggio se sono costretti alla quarantena al loro ritorno nei paesi per riprendere le funzioni del club.

I club rischiano sanzioni dalla FIFA se si rifiutano di rilasciare i giocatori, ma il Liverpool ha già detto all’Egitto che Mohamed Salah non sarà libero per le partite della prossima settimana perché dovrà affrontare una quarantena obbligatoria di 10 giorni in hotel al suo ritorno in Inghilterra.

I club della Premier League hanno sostenuto la posizione del Liverpool, formando un’unica posizione per “escludere a malincuore ma all’unanimità” i giocatori che entrano nella “lista rossa” dell’Inghilterra, che comprende anche diversi paesi sudamericani, come Argentina, Brasile, Cile e Perù.

“I club hanno concluso con riluttanza ma giustamente che sarebbe del tutto irragionevole rilasciare giocatori in queste nuove condizioni”, ha dichiarato l’amministratore delegato della Premier League Richard Masters.

“I requisiti di quarantena significano che il benessere e le condizioni fisiche dei giocatori saranno significativamente influenzati. Comprendiamo le sfide che esistono nel calendario delle gare internazionali e rimaniamo aperti a soluzioni funzionali”.

I paesi sudamericani hanno ricevuto tre giorni in più per i giocatori della FIFA sia a settembre che a ottobre, in modo che si possano giocare tre qualificazioni in ogni stagione, invece delle solite due.

Ciò significa che, anche se i requisiti di quarantena fossero allentati per i giocatori che tornano dai paesi della “lista rossa”, i giocatori probabilmente non avrebbero abbastanza riposo per giocare per i loro club quando riprenderà il campionato.

La CONMEBOL sta cercando di completare la maggior parte delle qualificazioni in tempo per il sorteggio previsto per la fase finale della Coppa del Mondo in Qatar, che si svolgerà a Doha ad aprile e che è stata approvata dall’Ufficio presidenziale della FIFA e dal presidente Gianni Infantino.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball.com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
manos staramopoulos
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: