Petagna gol nel finale, il Napoli passa al Marassi: ma quanta fatica!

Il Napoli batte il Genoa 1-2 e sale a punteggio pieno insieme ad Inter e Lazio. Al gol di Fabian Ruiz  al 39′ con un sinistro a giro dal limite, risponde Cambiaso al 69′ (dopo un gol annullato molto dubbio a Pandev) con una bella girata al volo sotto misura. Al Napoli serve una scossa che arriva dalla panchina con l’ingresso di Petagna che al primo pallone toccato la butta dentro decidendo la partita all’84’ e regalando a Spalletti una sosta tranquilla prima del vero banco di prova contro la Juventus tra due settimane al Diego Armando Maradona.

Le pagelle dei Partenopei

Meret 6,5: la partita è più complicata del previsto, il Genoa arriva parecchie volte al tiro ma Meret è semplicemente mostruoso in un paio di occasioni. Con Spalletti è finalmente finita l’alternanza con Ospina e il portiere azzurro può finalmente mostrare il suo reale potenziale.

Di Lorenzo 5,5: ha il demerito di perdersi Cambiaso in occasione del gol del pareggio, fotografia di una partita opaca.

Manolas 6: conferma il buon periodo di forma. Si fa trovare sempre al posto giusto al momento giusto.

Koulibaly 6,5: solito muro invalicabile, K2 sta finalmente tornando quel calciatore che era con Sarri.

Mario Rui 5,5: dopo l’ottima prestazione della prima giornata casca in una giornata non troppo felice. Si rifà nel finale con l’assist per il gol partita di Petagna (dal 92′ Juan Jesus: sv).

Elmas 6: conferma la buona prestazione di una settimana fa peccando. Pecca di personalità in alcuni frangenti sprecando palloni preziosi.

Lobotka 5,5: il centrocampo dei padroni di casa fa un ottimo lavoro chiudendogli ogni tipo di rifornimento facendolo estraniare troppo dal gioco partenopeo.

Fabian Ruiz 6,5: male per 35 minuti, lontano parente di quello ammirato nell’ultima parte della stagione scorsa. Poi, all’improvviso, ha il merito di sbloccare la partita con un bel sinistro piazzato dal limite: palla indirizzata all’angolino e niente da fare per un ottimo Sirigu. Cala nel secondo tempo e la squadra ne risente.

Politano 6,5: grinta, corsa e tanta voglia di dimostrare di meritarsi la Nazionale. Serve l’assist per il gol di Fabian Ruiz e da la consueta e preziosa mano a Di Lorenzo in fase offensiva (dall’81’ Petagna 7: entra e al primo pallone toccato decide il match).

Insigne 6,5: inizia da falso nove facendo, però, movimenti da punta vera che lo portano in più occasioni . Svaria su tutto il fronte offensivo regalando giocate da vero fuoriclasse come quando con uno stop a seguire passa letteralmente fra i corpi di tre difensori rossoblu per poi calciare in porta trovando una bellissima parata di Sirigu. Ancora nessuna notizia sul rinnovo ma il capitano azzurro ha elevato comunque le sue prestazioni trascinandosi i compagni sulle spalle. Capitano vero.

Lozano 5: il peggiore del tridente offensivo, mai realmente in partita. Spreca il gol del possibile ko prima dell’inevitabile sostituzione (dal 70′ Ounas: 6)

All. Spalletti 5,5: Ballardini cambia rendendogli la vita difficile e lui non riesce a trovare una controffensiva adeguata. Pesca Petagna dalla panchina a 10 minuti dalla fine che gli toglie le castagne dal fuoco però l’impressione è che ci sia ancora molto da lavorare e la prossima c’è la Juventus al Maradona.

Genoa: Sirigu 7; Biraschi 6,5; Vanheusden 6 (Masiello 6); Criscito 5; Ghiglione 6,5; Sturaro 5,5 (Kallon 6); Badelj 6; Rovella 6,5; Cambiaso 6,5; Hernani 5,5 (Buksa 6); Ekuban 5 (Pandev 6). All. Ballardini 6.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: