ESCLUSIVA, Futsal – Lucho Avellino : “Felice di riabbracciare l’Italia”

Parliamo con Lucho Avellino, il classe 89 di Rosario, appena rientrato nel massimo campionato italiano di calcio a 5, dopo l’esperienza in Spagna nella Liga Nacional col Jimbee Cartagena. L’argentino militerà nella Sandro Abate Avellino.

Lucho, che cosa ti ha spinto a tornare in Italia e accettare la proposta della Sandro Abate?

Diciamo che ho sempre avuto il pensiero di tornare in Italia, perché è un paese che mi ha sempre affascinato e mi sento italiano. Sapevo da subito, che sarei stato in Spagna temporaneamente. Quindi, nonostante l’esperienza iberica sia stata buona, quando la Sandro Abate mi ha cercato, non è stato difficile trovare un accordo. C’era già un bel rapporto da tempo, e la loro determinazione aggiunta alla mia voglia di tornare hanno fatto il resto.

Ad Avellino troverai come tecnico una istituzione del calcio a 5 italiano: Ciccio Angelini. Conosci i suoi metodi di allenamento o sarà una novità per te?

Per quanto riguarda mister Ciccio Angelini, non ci ho mai lavorato ma lo conosco da anni ed è un icona del Futsal italiano. Sono contento  di fare questa esperienza con lui e sono sicuro che lavoreremo bene, togliendoci belle soddisfazioni insieme.

Cosa ti rimane dell’esperienza spagnola, e quali sono le sostanziali differenze( se a tuo avviso ci sono) tra il nostro futsal  e quello iberico?

Dell’esperienza spagnola mi rimangono soprattutto i rapporti umani con la dirigenza spagnola e la gente di Cartagena. Poi per quanto riguarda il campionato, c’è tanta differenza sia a livello strutturale, perché ogni società hai dei bellissimi palazzetti a disposizione, ma soprattutto per l’alto livello della competizione. Non c’è mai gara scontata. Tutti i team danno il massimo ed è veramente complicato raccogliere punti contro chiunque. A livello organizzativo sono più avanti di noi di qualche anno sicuramente, ma mi auguro che anche in Italia si possano raggiungere certi livelli.

Che ambizioni ti poni a livello personale per la stagione del tuo ritorno?

Le ambizioni sono sempre alte. Sono una persona competitiva, a cui piace spingersi oltre. L’ho sempre fatto nel percorso della mia carriera. Certamente lavorerò sodo come ho sempre fatto, non risparmiando nulla, così da dare il mio contributo alla squadra per  centrare gli obiettivi prefissati.

Invece a livello di squadra, quali pensi siano i vostri obiettivi ?

A livello di squadra non possiamo porci limiti o traguardi minimi. Credo che quest’anno regnerà un grande equilibrio con parecchie  squadre molto attrezzate, e anche le neopromosse hanno organici all’altezza. Vedrete che  ci saranno anche sorprese, e quindi noi non dovremo mai rilassarci, ma lavorare intensamente per tutto l’arco della stagione, evitando distrazioni.

Guardando il  panorama del campionato in generale, secondo te chi sono le grande favorite, e chi invece ha messo a segno i migliori colpi di mercato?

Beh la favorita a mio avviso è il Pesaro, la squadra che ha lavorato meglio negli ultimi anni raccogliendo molte vittorie. La squadra che secondo me si è mossa meglio sul mercato è stata il Napoli, prendendo giocatori forti ed esperti che conosco bene  il campionato italiano, e poi hanno un tecnico come Basile, che sappiamo quello che può fare.

Grazie Lucio, bentornato e buona suerte.

@foto Jimbee Cartagena – Articolo a cura di Roberto Martin – Sportpress24.com

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: