Verso Roma-Fiorentina, Italiano: “Dovremo stare molto attenti. Vlahovic resta”

Domani alle 20:45 all’Olimpico andrà in scena il match tra la Roma di Mourinho e la Fiorentina di Italiano. Il tecnico dei viola è intervenuto in conferenza stampa per presentare la sfida, di seguito le sue dichiarazioni:

Come vede la prima partita in Viola

“Sogno una partita come la sognano tutti una partita così importante sotto tutti i punti di vista. SI è cambiato tanto, domani è il primo esame importante contro una squadra fortissima. Secondo me ci siamo preparati con l’attenzione giusta. Cercheremo di mettere in difficoltà la Roma. Dobbiamo cercare di partire bene”.

Sul nodo Vlahovic

“La situazione non è cambiata dall’ultima conferenza. Sta trattando il rinnovo ed è convinto di far parte di questa squadra. Nessun problema, è sempre concentrato e si allena sempre bene. Questa cosa è già capitata ad altri calciatori. Deve risolvere questa sua cosa ma sulla sua presenza nessun problema”.

Su che Fiorentina vuole vedere

“Difendere bene attaccare benissimo significa fare bene entrambe le fasi, sennò è difficile vincere le partite. I Viola devono mettere grande furore e grande qualità. Poi cercare di portare a casa il risultato, visto che da domani conterà. Bisognerà gestire i momenti e avere voglia di avere il possesso del pallone. Questo abbiamo cercato di fare. I Nazionali si sono integrati bene. Domani è un esame molto importante”.

Sul nuovo capitano

“Pezzella l’ho conosciuto pochi giorni e ci siamo salutati, penso sia una grande persona. La Fiorentina lo ha sostituito con un grande uomo come Nastasic. In bocca al lupo all’argentino, professionista vero. Il capitano, per quel che ho visto, può essere Biraghi. La sua voglia di rivalsa e di riscatto lo farà essere una guida per i compagni. Gli farà piacere anche se ancora non glielo ho comunicato. Poi, tutti devono essere trascinatori, anche senza fascia”.

Sulla trattativa per il rinnovo di Vlahovic e su come lo sta vedendo

“Quando dico che è un suo problema significa nella trattativa per il rinnovo è questione fra lui e società. Aspetti che non mi interessano. Lui vuole restare e la società vuole tenerlo. C’è grande serenità, le trattative sono così. Ma con Vlahovic parlo spesso. Lui è al 100 per 100 e sono convinto che sarà un calciatore della Fiorentina”.

Su cosa lo preoccupi

“Squadra cantiere aperto è normale. Lavoriamo da un mese e mi preoccupa avere meccanismi ed organizzazione. Nessuno ha la bacchetta magica. Il mercato è aperto e vale per tutti, è imprevedibile ma non preoccupante. Domani abbiamo la Roma e questo è il mio pensiero, i calciatori giallorossi, sì, mi hanno tolto un po’ di sonno”.

Alcune indicazioni tattiche

“Segnali sono arrivati dalla gara di Coppa, ho visto segnali importanti. Ho sempre tanti dubbi e ci prepariamo sempre tutti per essere pronti, tutti possono essere chiamati in causa. Ho tanti dubbi. Ma per mettere in difficoltà la Roma, non per altro. Sarà sempre così. In settimana amo mescolare le carte”.

Se è soddisfatto della squadra finora

“Mi auguro la battuta su Mourinho (sulla vittoria con la sigaretta in bocca, ndr) abbia spronato i ragazzi. Bisognava accelerare sia con testa che con gambe e i ragazzi lo hanno capito. Per competere al massimo bisogna simulare in settimana quello che succede la domenica. Saranno tante battaglie e domenica abbiamo contro uno degli allenatori più forti in uno stadio importante”.

Sul nuovo corso abbracciato da tutti i calciatori

“Milenkovic dopo il rinnovo mi ha parlato e mi ha fatto emozionare. Non lo conosco da vent’anni ma da un mese e quelle parole mi hanno fatto piacere. SOno le vittorie più belle per gli allenatori. La Fiorentina ha tenuto un ragazzo di valore soprattutto sul piano umano. Anche con la sua permanenza in ballo si allenava bene. Glielo ho detto: ‘sei un esempio’. Sarà un arma in più averlo in rosa così motivato. Sarà il nostro acquisto più bello. Ho grandi motivazioni e crescono sempre di più”.

Se serve un nuovo regista

“Penso che che in mediana ci siano tante qualità e diverse caratteristiche soprattutto per le mezzali. Questa varietà mi fa piacere. Poi a livello strategico bisognerà essere bravi a sfruttarla. Pulgar si sta applicando e mi piace. Bianco sta crescendo, siamo questi adesso. A centrocampo c’è qualità e anche domani ho qualche dubbio in quella zona di campo”.

Sugli obiettivi

“Non faccio pronostici. Voglio vedere la Fiorentina giocare bene a pallone. Poi, dopo, non porrò limiti. Dobbiamo fare meglio degli anni precedenti, questo dev’essere l’obiettivo. Se la squadra gioca bene, poi, può accadere di tutto. Non so a cosa andremo incontro, avremo anche momenti difficili. Mi auguro che saremo la Fiorentina che vogliamo tutti, vedremo poi”.

Che gara si aspetta domani

“La Roma continua sulla falsa riga dello scorso anno. Ha giocatori di livello altissimo sia fisicamente che tecnicamente. Bisogna stare attenti perché sanno far male. Saranno protagonisti in questo campionato e dovremo stare molto attenti. Sono pericolosi da palla inattiva. Dovremo concedere il meno possibile. Se non li affronteremo concentrati saremo in difficoltà”.

Foto in Copertina da Twitter – Articolo a cura di Davide Teta – SportPress24.com

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: