Lionel Messi e il lusso a Parigi: una casa stellare da 15500€ al giorno

La nuova vita di Lionel Messi è “avvolta” da ogni tipo di lusso. Il PSG ha fatto tutto il possibile per facilitare il suo adattamento, ma anche quello della sua famiglia, nella capitale francese, il prima possibile.

La star argentina, secondo il quotidiano di Barcellona Mundo deportivo, soggiornerà al Royal Monceau di Parigi, temporaneamente, fino a quando non sceglierà una casa in cui stabilirsi.

È un complesso di appartamenti di lusso vicino al famoso hotel, sebbene isolato da esso per mantenere la privacy degli inquilini.

Il prezzo dell’alloggio è di 15.500 euro al giorno. Messi e la sua famiglia sono ospitati in un appartamento di 350 mq a pochi metri dagli Champs Elysees e dall’Arco di Trionfo, composto da tre camere da letto, tre bagni, una cucina attrezzata, un soggiorno, una sala da pranzo e persino un palestra privata.

I servizi aggiuntivi di Les Appartements Privés includono uno chef 24 ore su 24, una guida tutto il giorno e almeno sette grandi schermi.

La decorazione è stata realizzata dal famoso architetto francese Philippe Stark e presenta opere d’arte della collezione Royal Monceau, oltre all’accesso a tutti i servizi offerti dall’hotel.

Persone di fama mondiale hanno soggiornato in questo hotel, capi di stato come Eisenhower o Ho Chi Minh e artisti come Michael Jackson.

Nel frattempo, la star del calcio argentino Lionel Messi ha lanciato la sua collezione di token non fungibili (NFT), arte crittografica che è stata creata con la sua immagine dal designer digitale BossLogic e sarà in vendita venerdì.

Messi, 34 anni, è ritratto come un re, un supereroe e un titano greco nelle opere intitolate “Man from the Future”, “Worth the Weight” e “The King Piece” che celebrano i momenti salienti della sua carriera.

BossLogic, con sede in Australia, è noto per il suo lavoro con Marvel Studios e Disney.

Un NFT è una forma di risorsa crittografica che utilizza la blockchain per registrare lo stato di proprietà di oggetti digitali, come immagini, video e testo. Sebbene chiunque possa visualizzare l’oggetto, solo l’acquirente di un NFT ha lo stato ufficiale di essere il suo proprietario.

Il mercato degli NFT è esploso negli ultimi mesi. Nel marzo di quest’anno, la casa d’aste Christie’s ha venduto un’opera digitale dell’artista noto come Beeple per quasi 70 milioni di dollari.

“L’arte è come il calcio. Eterna”, ha detto Messi sul suo account Twitter all’inizio di agosto, annunciando il lancio.

Le opere della collezione intitolata “Messiverse” saranno disponibili per l’acquisto sulla piattaforma Ethernity Chain, nota per la produzione di pezzi NFT originali per le star dello sport.

BossLogic ha detto che raffigurare Messi è stato “un enorme onore” in un post su Twitter in cui ha condiviso l’opera d’arte “Man from the Future”, che mostra un’immagine di Messi da dietro, con la maglia numero 30 che indosserà al suo nuovo club, Paris St Germain (PSG) di proprietà del Qatar.

Messi ha lasciato il Barcellona la scorsa settimana dopo più di 20 anni per unirsi al PSG. La sua quota di iscrizione include alcuni dei gettoni dei fan di criptovaluta del club francese.

L’arrivo di Lionel Messi al Paris Saint-Germain ha riacceso le discussioni per l’ampliamento del suo stadio, il “Parc des Princes”.

Durante la presentazione della stella argentina, il presidente del Paris Saint-Germain, Nasser Al-Khelaifi , ha espresso il desiderio di raddoppiare la capienza totale dello stadio, affermando che “ogni grande club ha oggi uno stadio con 80.000 spettatori”.

Poi il vicesindaco di Parigi, Emanuel Gregor, ha affermato che “l’attrattiva e la fama del Paris Saint-Germain meritano un luogo che offra più posti per gli spettatori”.

Attualmente il “Parc des Princes” può ospitare 48.000 tifosi, con una richiesta che ha già superato di gran lunga la disponibilità ancor prima dell’arrivo di Messi.

Parlando con France Bleu, il consulente sportivo di Parigi Pierre Rabadan ha affermato che i colloqui tra la città e il club sull’ampliamento dello stadio erano già iniziati da diversi mesi. Ci sono questioni tecniche e accordi organizzativi per il club che sono molto importanti. “Ci sono architetti che lavorano sulle strutture esistenti per espandere la capacità dello stadio”, ha detto, aggiungendo che “il progetto sarà complesso perché c’è una struttura abbastanza unica che ha un’architettura molto speciale”.

Rabadan ha affermato che gli 80.000 posti proposti potrebbero superare l’attuale capacità architettonica del sito, affermando che le discussioni finora si sono concentrate su ulteriori 12.000 posti, portando la capacità totale a 60.000.

“Tecnicamente, non posso dirvi se possiamo portare la capacità a 80.000. Mi sembra che questo non possa accadere negli studi che ho visto. Forse Al Khelaifi ha nuove idee. Sai, non sempre ci dicono tutto. “Pochi giorni fa non sapevamo che sarebbe arrivato Messi”, ha concluso.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball.com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
manos staramopoulos
Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: