Scozia, i Rangers per un posto in Champions League

Quando John Beaton ha fischiato a Ibrox, ha segnato l’inizio delle stagioni probabilmente più importanti della Premiership scozzese in 12 anni.

Perché quella è stata l’ultima campagna in cui ai vincitori del titolo è stato garantito il calcio della fase a gironi della Champions League.

È un enorme incentivo data la ricompensa finanziaria di prendere il tuo posto al tavolo più alto della competizione più ricca della UEFA.

Ed è grazie ai progressi compiuti nel continente, con i Rangers che hanno raggiunto gli ottavi di finale dell’Europa League della scorsa stagione aiutando la Scozia a vincere una battaglia serrata con l’Ucraina per quel posto.

Due stagioni con lo stesso biglietto d’oro alla fine, entrambe a distanza di 12 anni. Eppure ci sono molti paralleli tra le due campagne.

Per cominciare, i Rangers, come lo sono in questa stagione, hanno una rosa fissa e sono i favoriti per alzare lo scudetto.

Allora era Walter Smith che aveva appena vinto il suo primo scudetto da quando era tornato al club per un secondo periodo in carica.

E questa volta è Steven Gerrard che ha concluso un’attesa decennale per il ritorno della bandiera della lega a Ibrox con il suo primo titolo.

In tutta la città era stato fatto un cambiamento per cercare di riconquistare il trofeo. Mentre è Ange Postecoglou quest’estate, è stato Tony Mowbray allora.

Entrambi hanno vacillato nella loro ricerca per raggiungere la fase a gironi della Champions League mentre la squadra di Mowbray è scesa all’Arsenal dopo una vittoria sulla Dinamo di Mosca.

Postecoglou ha fallito al primo ostacolo dopo essere andato a Midtjylland, il che significa che non hanno nemmeno avuto un crack al PSV Eindhoven.

Quel dolore dell’Euro può essere curato vincendo il campionato quando un posto automatico in Champions League è in palio.

Mowbray, tuttavia, fallì in modo spettacolare quando fu licenziato con i Rangers che scomparivano in lontananza. Resta da vedere come se la caverà Postecoglou, ma è in svantaggio di tre punti dopo una partita dopo la sconfitta contro gli Hearts nella prima partita.

E la pressione per rimettere in forma rapidamente gli Hoops è più grande che mai con quell’incentivo della Champions League.

Postecoglou potrebbe dire “Non sono un amico commercialista, sono un manager di calcio” quando gli viene chiesto dell’importanza dei premi finanziari.

Ma è cruciale. Mowbray era a un mese dal licenziamento quando il costo della mancanza fu messo a nudo l’allora presidente John Reid.

Nell’annunciare i risultati finanziari del club, Reid ha ammesso: “Non giocare in Champions League si traduce ovviamente in un significativo calo delle entrate e abbiamo preso un colpo lì”.

Quando i tuoi rivali raggiungono la Terra Promessa del calcio europeo, in un campionato in cui effettivamente solo due squadre possono finire al primo posto, è un doppio smacco.

E con i Rangers ancora con la possibilità di raggiungere la fase a gironi della Champions League di questa stagione mentre affrontano il Malmo e poi l’Olympiacos o il Ludogorets, quindi il Celtic sta fissando un doppio doppio smacco.

Vedere i loro rivali qualificarsi per la fase a gironi in questa stagione e poi vincere il campionato per assicurarsi la qualificazione automatica la prossima stagione potrebbe vedere la squadra di Ibrox guadagnare fino a 90 MILIONI.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball.com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
manos staramopoulos
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: