Il Nuovo Stadio di Lussemburgo, un gioiello per il calcio mondiale

Il nuovo Stade de Luxembourg a Gasperich in Lussemburgo ha ospitato con successo il primo ‘pilota’ di calcio il 14 luglio 2021 in condizioni reali. Il test ha visto la partecipazione di 1.158 persone.

Il prezzo dell’arena è di circa 77 milioni di euro e c’è stato uno sforamento dei costi di quasi 17 milioni di euro in eccesso rispetto agli importi preventivati. La scheda è stata ritirata dalle autorità statali e dalla città di Lussemburgo. Lo Stade de Luxembourg sostituirà il 90enne Stade Josy Barthel come stadio nazionale. Farà parte del nuovo quartiere Cloche d’Or che si sta costruendo attorno ad esso.

Lo Stade Josy Barthel da 8.125 posti è lo stadio nazionale del Lussemburgo, sede della squadra nazionale di calcio lussemburghese e utilizzato anche per il rugby e l’atletica. Si trova sulla route d’Arlon nel quartiere della città di Lussemburgo di Belair.

 «VDL» ha affermato che le informazioni di cui sopra sono state fornite dalle autorità municipali. In effetti, il successo dell’evento di prova ha lasciato il sorriso sui volti delle parti interessate. La partita è stata un successo sia dal punto di vista tecnico che il calendario è stato organizzato nel modo più snello.

Lo Stade de Luxembourg è il futuro stadio nazionale del Granducato di Lussemburgo, situato nel quartiere della città di Lussemburgo di Gasperich. Lo stadio servirà come residenza delle squadre nazionali di calcio e rugby del Lussemburgo. Lo stadio è progettato per contenere 9.386 spettatori con posti a sedere completamente coperti per eventi sportivi e può contenere fino a 15.000 spettatori per i concerti. È una sede UEFA di categoria 4.

Il Lussemburgo è un piccolo paese europeo, circondato da Belgio, Francia e Germania. È uno dei paesi più piccoli del mondo.

“VDL” ha inoltre affermato che il successo del pilota di cui sopra ha spianato la strada allo stadio per ospitare la sua prima partita ufficiale il 1 settembre 2021, quando il Lussemburgo affronterà l’Azerbaigian come parte della partita di qualificazione alla Coppa del Mondo 2022. La partita segnerà l’inaugurazione ufficiale dello stadio.

I funzionari dell’Unione delle associazioni calcistiche europee (UEFA) si sono congratulati con la città di Lussemburgo per la sua nuovissima sede e per il successo dell’evento di prova nonostante le condizioni meteorologiche molto difficili.

Il COVID-19 ha gettato la sua lunga ombra sulla data obiettivo originale di ottobre 2019 dello stadio per il completamento, insieme a condizioni meteorologiche avverse. In effetti, l’inaugurazione dell’arena è stata rinviata più volte e finalmente decollerà il 1° settembre 2021. I lavori sono iniziati nell’anno 2017.

La struttura è simile a un portagioie. Cinquantuno travi in ​​acciaio fungono da contrafforte per il tetto rettangolare e i sedili sono stati disposti in modo tale da assomigliare al disegno della bandiera del Lussemburgo. Il campo di gioco ha una superficie ibrida.

La struttura si sviluppa su tre piani e dispone di due business club sul retro della tribuna principale. Il parcheggio della sede può contenere 200 veicoli.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball.com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
manos staramopoulos
Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: