Olimpiadi di Tokyo, non ci sarà il pubblico: la decisione del Consiglio Direttivo

Non ci sarà il pubblico ai Giochi Olimpici di Tokyo.

É questa la decisione che è stata presa dal consiglio direttivo che si è riunito oggi, in cui erano presenti il presidente del Comitato olimpico internazionale Thomas Bach, la presidente del comitato organizzatore Seiko Hashimoto, la governatrice Yuriko Koike, e la ministra per lo Sport con delega ai Giochi Olimpici Tamayo Marukawa.

Il presidente giapponese Hoshimoto ha commentato così: “E’ un peccato che i Giochi si svolgano con queste limitazioni, chiedo scusa a chi aveva acquistato i biglietti”.

Lo stato di emergenza entrerà in vigore il 12 luglio e resterà fino al 22 agosto. Non si potranno servire alcolici ai bar e ristoranti, i quali dovranno chiudere entro le 20:00.

In questi giorni si è pensato addirittura di cancellare le Olimpiadi, ma alla fine è stata presa questa decisione: “Prendendo in considerazione l’effetto delle varianti del coronavirus e per non lasciare che i contagi si diffondano nuovamente nel resto del Paese, dobbiamo rafforzare le nostre contromisure”, ha spiegato il primo ministro  Yoshihide Suga.

Le parole del presidente del Coni Giovanni Malagò: “E’ arrivata la notizia dello stato d’emergenza in Giappone per tutta la durata delle Olimpiadi. Credo questo sia un segno di garanzia e serietà di questo popolo, che ha deciso di ospitare comunque i Giochi con decine di migliaia di persone accreditate”.

Articolo a cura di Davide Teta – SportPress24.com

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: