EURO 2020, tra le favorite c’è anche il Portogallo di CR7

Il trionfo del Portogallo a Euro 2016 è stato uno dei momenti più belli del calcio europeo in quanto Cristiano Ronaldo e la sua squadra hanno costretto la Francia “ospite” a inchinarsi davanti a loro, perdendo 1-0 nei tempi supplementari e vincendo il pesante trofeo .

Ora la nazionale portoghese di Fernando Santos che ha detto che abbiamo una valigia con vestiti e cibo a sufficienza si sta preparando a difendere la sua “corona”, basata su cinque calciatori “chiave”, la maggior parte dei quali non si erano visti 5 anni fa.

La top five del Portogallo, senza essere entrata nell’equazione, il suo attaccante principale, Cristiano Ronaldo, che ha 5 anni in più rispetto al 2016, è:

RUBEN DIAS (DIFESA)

Quando il difensore del Manchester City si è trasferito dal Benfica all’Etihad, invece della cifra di 60 milioni di euro, in pochi si aspettavano che si integrasse così in fretta.

Con il City ottavo in classifica, Pep Guardiola si è fidato del 23enne titolare ed è stato subito vendicato. Creando una buona partnership con John Stones, Dias ha contribuito a ripristinare la stabilità difensiva della sua squadra, portandola al terzo campionato in quattro anni.

BRUNO FERNANDES (MEDIO)

Fernandez ha iniziato la sua carriera al Novara, ma è stato presto acquisito dall’Udinese nel 2013, dove è rimasto per tre anni prima di firmare per la Sampdoria. Nel 2017 lo Sporting Lisbona lo ha acquisito per 8,5 milioni di euro. Ha vinto una Coppa di Lega e una Coppa del Portogallo. La prestazione ha attirato l’interesse di molti club ed è stata acquistata nel gennaio 2020 dal Manchester United per 55 milioni di euro. Fernandes ha fatto il suo debutto per la squadra nazionale portoghese nel 2017 ed è stato membro della squadra per la Coppa del Mondo 2018 e il Campionato delle Nazioni UEFA 2019, che ha vinto ed è stato nominato membro della squadra del Torneo.

ANDRE SILVA (ATTACCO)

Andre Silva è stato nominato successore di Ronaldo per la squadra nazionale quando è apparso sul palco dopo Euro 2016, dopo aver guidato in modo impressionante la linea offensiva del Porto.

Quando si è trasferito al Milan per una cifra alta, non si è convinto ed è stato prestato al Siviglia e poi all’Eintracht per la stagione 2019/20. Con un record di 12 gol in 25 partite, il club tedesco ha deciso di farlo suo.

Certo, Ronaldo sarà l’attaccante principale del Portogallo quest’estate, ma Silva è determinato. Sarebbe sicuramente fantastico trovare i due uomini insieme sull’erba…

RAFAEL GUERERO (DIFESA)

Guerrero è stato un “soldato” credibile per il Portogallo dal suo debutto nel 2014, rappresentandolo in tutti i tornei successivi, inclusi Euro 2016 e Nations League.

Ha servito meritatamente qualsiasi posizione sotto l’ala sinistra, mentre i suoi 22 gol con il Borussia Dortmund hanno mostrato le sue capacità offensive, a parte quelle difensive.

Ha 27 anni e ha ancora un decennio davanti a sé.

GONZALO GUEDES (ATTACCO)

Il Portogallo può essere orgoglioso della sua forte linea di tiro a Euro 2020 e Guedes è uno dei suoi giovani talenti d’attacco più brillanti. Competere con Diogo Zota e Bernardo Silva per la posizione di partenza non è un compito facile, ma, dopo aver impressionato nelle finali della Nations League, Guedes ha buone possibilità …

Capace di giocare da entrambe le parti o come seconda punta, la flessibilità del 24enne lo rende una vera “supership” per il Portogallo.

Deve lavorare sul tiro, ma il lato creativo del suo gioco – e il fatto che Cristiano Ronaldo abbia il 90% delle sue possibilità – funziona controbilanciato.

Foto in Copertina dal Web
Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball.com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
manos staramopoulos
Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: