Coppa Italia, cambia il format: ecco il nuovo regolamento

Cambia il format della Coppa Italia. La Lega Serie A ha pubblicato il regolamento ufficiale per il prossimo triennio, fino al 2024, e ci sono state molte modifiche.

Diminuite le squadre, al torneo prenderanno le 20 di A, le 20 di B e 4 della C. Il tabellone verrà stilato in base a un “ranking sportivo”, il Var entrerà in scena dai trentaduesimi in poi e la Goal-Line Technology dagli ottavi di finale. Queste sono alcune delle nuove regole della Coppa Italia che entreranno in vigore già dalla stagione 2021/2022.

LE REGOLE

QUANDO CAMBIA IL FORMAT – Il nuovo format parte dalla stagione 2021/2022 ed è stata approvata per il prossimo triennio.

DIMINUISCONO LE SQUADRE – In totale ci saranno 44 club partecipanti: tutte le 20 squadre di Serie A e le 20 di Serie B più 4 squadre di Serie C.

I TURNI – I turni previsti per la prossima coppa italia sono: preliminare, trentaduesimi, sedicesimi, ottavi, quarti, semifinali e finale.

ENTRATA IN SCENA  – Non tutte le squadre partiranno nello stesso momento: otto società iniziano dai preliminari, 28 dai trentaduesimi, 8 dagli ottavi (le “teste di serie”).

IL TABELLONE – Le 44 squadre vengono divise nel tabellone tennistico e numerate da 1 a 44. La selezione del numero avviene in base a un “ranking sportivo” che tiene conto dei risultati della stagione precedente.

IL RANKING:

– Posizione 1-8: Le 8 teste di serie. ne fanno parte la vincitrice della Coppa Italia dell’anno precedente e le prime 7 squadre del campionato di Serie A precedente, cioè le qualificate in Europa (oppure l’ottava in caso la Coppa Italia sia stata vinta da una squadra già nelle prime 7). Il numero 1 verrà assegnato alla vincitrice della Coppa Italia, il numero 2 alla vincitrice del campionato (dovessero combaciare, la posizione numero 2 andrebbe alla seconda del campionato), poi al resto delle squadre andranno i numeri dal 3 all’8 come da classifica finale del campionato. Queste 8 squadre partiranno dagli ottavi, giocando la partita (unica) in casa.

– Posizione 9-24: Seconda fascia. Ne faranno parte le squadre dall’8° (o 9°) al 17° posto della Serie A dell’anno precedente (dipende se la vincitrice della Coppa Italia era tra le prime 7 o meno), le tre squadre promosse dalla Serie B (seguendo ordine di classifica finale e playoff), le tre retrocesse dalla Serie A alla Serie B (seguendo l’ordine di classifica) e la perdente dei playoff di Serie B dell’anno precedente. Queste squadre inizieranno il torneo dai trentaduesimi, giocando la partita (unica) in casa.

– Posizione 25-36: Terza fascia. Ne faranno parte le rimanenti squadre di Serie B fino al 16° posto (o al 15° in caso di playout) dell’anno precedente e la vincitrice dei playout di Serie B (se disputati). Queste squadre partiranno dai trentaduesimi, giocando la partita (unica) in trasferta.

– Posizione 37-40: Quarta fascia. Ne faranno parte le tre squadre promosse direttamente dalla Serie C alla Serie B (per decidere la posizione 37, 38 e 39 vale una classica avulsa tra le tre vincitrici dei gironi così ordinata: numero punti nel proprio girone, numero vittorie, numero gol segnati, sorteggio) e la squadra vincitrice dei playoff di Serie C. Queste squadre inizieranno la Coppa Italia dal turno preliminare, giocando la partita (unica) in casa.

– Posizione 41-44: Quinta fascia. Ne faranno parte le tre seconde classificate dei gironi di Serie C (con la stessa classifica avulsa vista in precedenza per decidere la posizione 41, 42 o 43) e la vincitrice della Coppa Italia di Serie C. Queste squadre faranno il loro ingresso dal turno preliminare, giocando la partita (unica) in trasferta.

LE PARTITE – Preliminare, trentaduesimi, sedicesimi, ottavi e quarti si giocheranno in gara unica. Se fosse necessario si  disputeranno i tempi supplementari e i calci di rigore.

Le semifinali saranno con andata e ritorno. Vale la regola del gol in trasferta (anche nei supplementari) e ci saranno i rigori in caso di parità.

La finale si giocherà in gara unica allo Stadio Olimpico. In caso di parità nei 90′ si andrà prima ai supplementari e poi eventualmente ai rigori.

VAR E GOAL LINE TECHNOLOGY – Il VAR verrà utilizzato in tutte le gare dai trentaduesimi in avanti. La Goal-Line Technology invece entrerà in scena dagli ottavi.

CONVOCATI, SOSTITUZIONI E AMMONIZIONI – Alla Coppa Italia possono partecipare  tutti i tesserati del club con 23 convocati per partita (11 in campo e 12 riserve). Cinque cambi per squadra in tre slot (esclusi intervalli). Nei supplementari è possibile effettuare il sesto cambio anche in un quarto slot. Dopo i primi tre turni vengono resettate le ammonizioni.

Articolo a cura di Davide Teta – SportPress24.com

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: