Burak Yilmaz e il sogno chiamato Lazio, ma intanto vince lo scudetto con il Lille

Il Lille è campione di Francia e in città scoppia la festa. Grande ed importante il Campionato del LOSC celebrato alla fine dell’ultima partita di ieri dove neanche la pioggia ha fermato i tifosi che hanno accolto la squadra con grande entusiasmo di ritorno dalla trasferta di Angers.

Gli uomini di Galtier, vincendo anche all’ultima giornata, ha chiuso il campionato a quota 83 punti, a +1 sul Paris Saint-Germain.

La festa del Lille inizia nel primo tempo quando, dopo appena 10′ Jonathan David, servito al limite dell’area da Renato Sanches, non sbaglia a tu per tu con Bernardoni. Poco prima dell’intervallo il raddoppio su rigore di Burak Yilmaz dopo un’uscita scomposta di Bernardoni su David: dagli 11 metri il turco spiazza l’estremo di casa. In pieno recupero Fulgini prova a spaventare gli ospiti accorciando le distanze, ma è troppo tardi.

Un protagonista assoluto è Burak Yilmaz il carro armato turco in forza ai francesi, il quale profilo è stato per molto tempo vicino alla Lazio di Claudio Lotito. Solo il comportamento ambiguo del suo procuratore ha fatto saltare la trattativa accettata a suo tempo da entrambi le parti.

Per il 35enne 15 gol in Ligue 1 decisivi per i Dogues per mettersi alle spalle il ben più quotato PSG, secondo in classifica. Quella di Burak Yilmaz è la stagione che in molti in Europa sognavano da tempo.

Nell’ultimo decennio, infatti, l’attaccante turco è stato associato a praticamente qualsiasi squadra europea, soprattutto in Inghilterra e in Italia: dal Chelsea al Manchester United, dalla Lazio al Lecce.

Alla fine il Lille è il club che è riuscito a vincere la sua scommessa. Luis Campos, DS dei francesi ne era sicuro senza ombra di dubbio. Anche i tifosi, la maggior parte dei quali aveva espresso qualche dubbio al suo arrivo, hanno dovuto fare un passo indietro ed acclamarlo in maniera non troppo diversa da come farebbero a Istanbul : BU-RAK! BU-RAK! BU-RAK!

La costruzione del Lille con alla base i tanti giovani, ha raggiunto l’apice proprio con il pezzo mancante, il collante esatto che serviva al club francese. Burak Yilmaz  era in cerca di una nuova opportunità e guarda caso l’ha ottenuta e raggiunta. Il suo sogno resta però l’Italia e quel pallino che si chiama Lazio. Il calciomercato è vicino e chissà se questa volta riuscirà ad arrivare alla corte del presidente biancoceleste.

Senza di lui il LOSC non avrebbe raggiunto il famigerato scudetto francese ed ora gli Europei possono dare la consacrazione finale ; e guarda un pò, la prima partita sarà proprio Italia-Turchia. Un finale perfetto per una carriera importante e gloriosa.

Foto in Copertina dal Web – Articolo a cura di Stefano Ghezzi

 

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: