Prova di Forza della Lazio con le perle di Correa e Immobile, Milan e Pioli KO – Le Pagelle

Dopo la nottataccia di Napoli, la Lazio torna alla vittoria e lo fa in maniera roboante contro un Milan impalpabile. Vince 3-0 con doppietta di Correa e il sigillo del solito Immobile. Una partita mai messa in discussione con una prova maiuscola degli uomini di Inzaghi. Pioli incassa la sconfitta non mantenendo la promessa ai suoi tifosi fatta ieri in conferenza stampa. Per la Champions c’è anche la Lazio. Attenzione, il Milan rischia e anche tanto.

LE PAGELLE DI LAZIO-MILAN 3-0 : 

REINA 7,5 : Viene da una serataccia, quella di Napoli, ma sembra non essersi scalfito. Fa una grande parata al 31° su Calhanoglu. Si ripete poco più tardi su Mandzukic. Non sbaglia nulla. Attento e ottima lettura dei movimenti. Dirige la difesa in maniera perfetta. Non per questo è Campione del Mondo.

MARUSIC 6,5 : Sarà difficile vederlo in queste ultime partite di campionato, nella sua posizione originale. Sta di fatto che ormai si è adattato bene e gioca con scioltezza.

ACERBI 6,5 : Usa le cattive per fermate Theo Hernandez, ammonito salterà la sfida contro il Genoa. Partecipa alla festa biancoceleste, non sbagliando nulla e soprattutto dare forza alla difesa dopo i 5 gol presi a Napoli.

RADU 6,5 : Sa bene che è una partita delicatissima. Rischia poco, ma come per Lulic, gioca di esperienza. Attende e imposta, collaborando sempre con il compagno vicino.

LAZZARI 7 : Parte forte sulla fascia, ma un fallaccio simile a quello subito in area giovedi scorso a Napoli, lo fa giocare con qualche dolore al flessore della coscia. Fa un gol incredibile su assist di Correa, annullato dal VAR per fuorigioco millimetrico. Difficile saltare con regolarità Theo Hernandez. L’assist per Immobile all’87° è la consacrazione di un risultato rotondo che vede il Milan in ginocchio.

MILINKOVIC 6,5 : Furbo! Si muove dopo che ha studiato i movimenti avversari. L’ammonizione presa per il fallo su Donnarumma limita i suoi movimenti.

LEIVA 7,5 : Instancabile. Regge il centrocampo e manovra i suoi con attenzione. Chiama in continuazione i movimenti dei laterali permettendo a Correa e Immobile di liberarsi. Blocca tutte le discese rossonere, recuperando anche gli errori di qualche compagno. Non segna, ma è il migliore in campo.

LUIS ALBERTO 6,5 : Deve riscattare la prestazione in ombra di giovedi contro il Napoli. Bene nei primi minuti di gara in fase di costruzione, ma da rivedere le uscite palla al piede dalla sua area di rigore. La collaborazione con Leiva è importante anche se rallenta il gioco evitando di osare qualcosa in più. Prova ad impensierire Donnarumma al 78° ma spara alto.

LULIC 6,5 : E’ lui la novità rispetto la formazione scesa al Diego Armando Maradona. Sale sulla fascia saltando manche l’uomo in. maniera più sciolta rispetto alle sue ultime uscite. Nel ST sembra instancabile, con galoppate vista attacco. Calabria ha difficoltà a superarlo, buona prova di coraggio ed esperienza.

CORREA 8,5 : Quando vede rossonero vede anche la porta. Passano soli 2 minuti e segna un gol in contropiede superando Donnarumma. Si libera della marcatura con facilità e per poco non riesce a fare la doppietta qualche minuto più tardi. Pretende troppo da se stesso, tanto da perdere qualche pallone interessante per non passarla a qualche compagno vicino. L’assist per Lazzari era una ciliegina, peccato che il fuorigioco annulla il gol del laterale biancoceleste. E’ la sua serata, la doppietta arriva al 51°, fa tutto lui portandosi dietro tutta la difesa del Milan. Il VAR prova a fare la ‘seconda’ ma il gol è regolarissimo.

IMMOBILE 7 : Donnarumma ancora si sta leccando le ferite dopo il suo tiro al 3°. Cerca il gol in continuazione, ma è bravo e generoso nella gestione dei palloni. Permette a Correa di gestire gli spazi. Male nel ST che non riesce ad impensierire gli avversari sbagliando anche passaggi semplici. La stanchezza di Napoli si fa sentire, ma non molla. Il pallonetto su Donnarumma all’80°meritava sicuramente destino diverso, ma sulla strada c’era il solito palo. Ma quando uno si chiama Scarpa D’Oro tutto può succedere e infatti all’87° sull’ottimo assist di Lazzari segna il 3° gol biancoceleste con una finezza e tigna, da vero bomber.

FARES 6 : Sostituisce Lulic dando più velocità alla fascia. Con la sua entrata la difesa si trasforma in 4 uomini al possesso palla del Milan. Soffre su Dalot che lo supera più volte.

PEREIRA 6 : Tanta corsa e velocità tanto da permettere a Immobile di giuocare con scioltezza e segnare il 3-0.

CATALDI SV

MURIQI SV

AKPA AKPRO SV 

INZAGHI 7,5 : Torna sulla sua panchina dopo circa 3 settimane, ma soprattutto torna a vincere contro il Milan. Dopo Napoli serviva una prova di carattere e di forza e cosi è stato. Non sbaglia nulla, comopresa la gestione dei cambi. Bravo a fidarsi di Reina e di Immobile. Un risultato che tiene in corsa la sua Lazio ancora per la Champions.

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma 6; Calabria 6 (69′ Dalot 6), Kjær 6 (73′ Romagnoli 6), Tomori 4,5, Hernández 5; Bennacer 5 (69′ Tonali 6), Kessie 5.5; Saelemaekers 5.5 (63′ Díaz 5.5), Çalhanoğlu 5, Rebić 5.5; Mandžukić 5 (63′ Leão 5.5). All.: Pioli 5

Articolo a cura di Stefano Ghezzi

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: