Contro la Super League anche il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis

Il primo ministro greco, Kyriakos Mitsotakis in un post su Twitter, esprime la sua totale opposizione alla creazione di una Super League, in quanto contraria alla storia e alla tradizione del calcio

La possibilità dell’inaspettato rende il calcio così eccitante. La proposta di alcuni ricchi club europei di formare un campionato chiuso è totalmente contraria alla storia e alla tradizione del gioco. È sbagliato: chiaro e semplice, I tifosi non lo accetteranno.

Intanto oggi (martedì) tutti aspettano il discorso che sarà tenuto dal presidente della FIFA, Gianni Infantino, dove dovrebbe cercare di dare una soluzione di compromesso. In altre parole, inviterà entrambe le parti a sedersi allo stesso tavolo, senza pressioni e minacce, in modo che lei accetti e la squadra di Florentino Perez va a presentare il suo punto di vista. Questo perché le dichiarazioni di vari attori della Confederazione europea non hanno suscitato impressioni particolarmente positive.

Si ritiene che il signor Infantino, che è un calciatore di grande esperienza che ha lavorato per molti anni alla UEFA (è stato assunto da Sepp Blatter) prima nell’ufficio legale e poi come suo segretario generale, abbia ottimi rapporti e possa portare la cose in un compromesso … Quindi sono previsti sviluppi.

La cosa più importante è che se non si trova una soluzione alla questione più grave, la “guerra” che è già iniziata (a torto ovviamente) continuerà, che non farà bene solo al calcio mondiale.

Quello che è successo finora

Il campionato separatista punta a iniziare la sua stagione inaugurale “non appena possibile”, secondo un annuncio della lega.

I 12 club fondatori includono sei squadre della Premier League inglese (Manchester United, Liverpool, Manchester City, Arsenal, Chelsea e Tottenham); tre club della Serie A italiana (Juventus, Milan e Inter); e tre club spagnoli della Liga (Barcellona, ​​Real Madrid e Atlético de Madrid.)

Il campionato intende espandersi a 20 squadre e organizzare una competizione femminile. I 12 membri fondatori si divideranno quasi $ 4,2 miliardi per l’iscrizione e oscureranno (se non sostituiranno efficacemente) la UEFA Champions League.

“I piani per una Super League europea sarebbero molto dannosi per il calcio e sosteniamo le autorità calcistiche nell’agire. Colpiranno il cuore del gioco interno e interesseranno i fan di tutto il paese “, U.K. Lo ha detto domenica il primo ministro Boris Johnson.

L’organo di governo del calcio europeo, la UEFA, ha rilasciato domenica una dichiarazione definendo il campionato un “progetto cinico”. La FIFA ha dichiarato a gennaio che tutti i giocatori e i club che gareggiano nella super league proposta sarebbero stati banditi dalle competizioni internazionali, inclusa la Coppa del Mondo.

“È guidato esclusivamente dall’avidità”, ha detto in un comunicato il gruppo di tifosi Football Supports Europe. “Gli unici che possono guadagnare sono gli hedge fund, gli oligarchi e una manciata di club già ricchi”.

Foto in Copertina dal Web
Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball. com, Mundo Deportivo
manos staramopoulos
Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: