Atalanta-Juventus 1-0: bianconeri anche sfortunati, decide Malinovskyi nel finale. Le pagelle

L’Atalanta batte in casa la Juventus dopo ben vent’anni e la scavalca in classifica al terzo posto. Decide un sinistro dal limite di Malinovskyi all’87, deviato da Alex Sandro. I nerazzurri agguantano la quinta vittoria consecutiva e viaggiano sempre più spediti verso la Champions League. Per la Vecchia Signora si è fatta sentire l’assenza di Ronaldo. 

È stata una sfida alla pari, molto combattuta a centrocampo e con poche occasioni. Grande equilibrio nel primo tempo, dove si registra una palla gol per Morata che a tu per tu con Gollini tenta un pallonetto morbido, intercettato da Djimsiti sulla linea. La Dea è però cresciuta nella seconda parte, come spesso accade. Ha costruito un importante palla gol con Zapata prima, con Malinovskyi poi. A tre dal novantesimo è arrivata poi la svolta. A quel punto non c’è stato tempo per una reazione dei bianconeri, che a questo punto mettono in pericolo anche il quarto posto, in attesa del Napoli stasera. 

Atalanta Juventus: le pagelle 

ATALANTA 

Gollini 6: solido e sicuro. Un paio di interventi importanti e porta inviolata. 

Toloi 6,5: gara di personalità e grande attenzione contro un Chiesa in gran forma in quest’ultimo periodo. 

Palomino 6: un po’ in affanno nel finale di primo tempo ma nel complesso se la cava bene contro Morata. 

Djimsiti 6,5: grande gara per intensità e personalità. Salva su Morata nella prima frazione. 

Maelhe 6: Alcune ingenuità, una grave nel primo tempo, ma compensa con una gra di sacrificio e intraprendenza offensiva. 

Malinovskyi 7: non entra benissimo e viene anche ammonito. Alla fine risulta però decisivo in un match che può valere tantissimo in ottica Champions. 

De Roon 6: prestazione senza infamia e senza lode. Si limita a contenere le incursioni avversarie. 

Freuler 6,5: aggressivo e instancabile. In continua pressione sui centrocampisti juventini e sempre preciso in fase di possesso. 

Gosens 6: corre ovunque e si dimostra un fattore anche oggi. Non fa però la differenza come accaduto in altre occasioni 

Pessina 6: molto movimento ma poca incisività. Non sfrutta un’occasione nel primo tempo, po Gasperini lo sostituisce. 

Pasalic 5,5: entra al posto di Pessina ma non fa meglio. La manovra passa soprattutto dai suoi compagni e lui è poco coinvolto.  

Muriel 6: non riesce ad esprimersi al meglio stavolta. Nel secondo tempo va vicino al gol capolavoro con un destro che sfiora l’incrocio dei pali. Nient’altro. 

Ilicic 7: uno dei migliori. Entra con l’atteggiamento giusto e si rende pericoloso. Un suo assist perfetto non viene sfruttato da Zapata che schiaccia di pochissimo al lato. 

Zapata 5,5: inizia bene, poi si perde nella morsa di De Ligt e Chiellini. L’errore nel secondo tempo gli vale l’insufficienza. 

JUVENTUS 

Szczesny 6,5: non viene impegnato per tutta la prima parte di gara. Grand parata sulla punizione di Malinovkyi poco prima del gol. 

Cuadrado 6,5: l’unico in grande di creare superiorità, come al solito uno dei più pericolosi. 

De Ligt 6,5: grande prova del centrale olandese. Interventi puliti e giocate semplici. 

Chiellini 6,5: garantisce la solidità di sempre. Anche pericoloso in zona gol nel primo tempo. 

Alex Sandro 5,5: non commette errori gravi in difesa nonostante la sfortunata deviazione sul gol. Comunque lento e prevedibile quando si tratta di attaccare 

Mckennie 6,5: uno dei migliori dei suoi. Ha dato estro e dinamismo fino a che è stato in campo 

Arthur 5,5: non bene il brasiliano. I suoi ritmi troppo bassi non si addicono ad un avversario come questo 

Bentancur 6: nessuna giocata importante per un giocatore dal quale ci si aspetterebbe molto di più in gare come queste 

Rabiot 5,5: sotto ritmo, come tutto il centrocampo bianconero. 

Chiesa 6: il solito giocatore indomito che mette tutto in campo e non ha nulla da recriminarsi. Si fa male nel finale. 

Danilo 6: entra bene in partita si adegua troppo presto al ritmo della squadra. 

Dybala 5,5: mancano le giocate decisive. Tocca molti palloni sulla trequarti ma non trova le linee giuste per fare male alla difesa atalantina 

Kulusevski 6: qualche giocata interessante e un bell’assist nel finale a Morata. Decisamente meglio rispetto alle ultime uscite. 

Morata 6: non si comporta malissimo, cerca in tutti i modi la porta ma non ha occasioni nitide 

(Foto dal web – articolo a cura di Massimiliano Ciancaglioni)

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: