Zinedine Zidane e il suo ottimo lavoro al Real Madrid

Zinedine Zidane sta andando alla grande. Si diceva che avrebbe lasciato il Real Madrid a settembre o ottobre, ma al momento potrebbe sentirsi forte, forse più che mai. La grande vittoria ottenuta sabato 10 aprile al “Di Stefano” contro il Barcellona (2-1), terza volta consecutiva in tutte le competizioni, cosa che doveva accadere 43 anni fa, è stata qualcosa di impressionante.

L’ultima volta che il Real ha ottenuto qualcosa di simile contro il Barcellona è stata nella stagione 1977-78 con l’allora allenatore Luis Molowni. Quindi ora Zidane può essere felice

Di filosofia italiana è il francese che, oltre ad essere un ballerino, che l’ha accarezzata in modo univoco e l’ha comandata con il suo piede setoso, da allenatore. Come ha servito accanto al grande italiano Carlo Ancelotti, ha fatto un ottimo lavoro con la maglia della Juventus e non esita a sacrificare lo spettacolo, sull’altare dell’essenza.

Quindi il Real ha vinto il campionato lo scorso anno, chiaramente basato sulla sua eccellente funzione difensiva. E Zidane ha svolto un ruolo catalizzatore in questo. Si è preoccupato di “proteggere” le retrovie, accettando pochi gol del Real, mentre davanti aveva il meraviglioso Karim Benzema che sta attraversando il periodo migliore della sua carriera e assistito dal suo capitano Sergio Ramos ha lasciato il Barcellona vincendo il titolo.

Certo, la grande potenza del Real Madrid, che mercoledì affronterà il Liverpool ad “Anfield” nella rivincita per 3-1 vinta a Madrid, arriva dal suo incredibile centro. Dove c’è un croato, Luka Modric un leader. Il tedesco Tony Kroos il “diabete” con i trasferimenti impressionantemente corretti e il brasiliano Kasemiro che come un altro, Falcao, o Clodoaldo o Dunga, non si lascia passare nemmeno una zanzara.

D’altra parte, ovviamente, Benzema lancia “fuochi” nell’attacco. Nelle ultime 7 partite ha segnato 9 volte! Qualcosa che in passato solo 3 giocatori avevano gestito in 7 partite consecutive. Cristiano Ronaldo, Ruud van Nistelrooy e il gallese, Gareth Bale. Il 33enne attaccante francese è così diventato il 4 ° giocatore nella storia del club a segnare in sette partite consecutive per la sua squadra delle “merenges” e il secondo nella Liga, dietro a Messi (23). E mercoledì Zidane e i fan del Real si aspettano molto da lui e non solo…

Foto in Copertina dal Web
Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball. com, Mundo Deportivo
manos staramopoulos
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: