PSG, dubbi su Neymar : Conferma o mercato per il brasiliano

Nella guida del Paris Saint-Germain, tutti sono di nuovo preoccupati. Sabato nel derby contro il Lille (vinto 1-0, fuori casa appunto) il più pagato, Neymar è riuscito ad essere espulso con un secondo cartellino giallo, cosa che non è piaciuta a nessuno. In effetti, tutti hanno iniziato a chiedersi “avremo di nuovo i trucchi dello scorso anno?”

La squadra francese mercoledì dà la sua prima partita nei quarti di finale di Champions League, a Monaco, contro il detentore del trofeo, il Bayern, e nessuno sa cos’altro farà l’idiosincratico e spesso pittoresco calciatore brasiliano, che non dobbiamo dimenticare che ogni anno solo dal calcio mette nei suoi conti correnti la cifra di 40 milioni di euro.

Parigi punta a raggiungere livelli ancora più alti quest’anno. Insomma, conquistare la vetta e ottenere il trofeo più grande della sua storia, qualcosa che ha toccato lo scorso anno, ma alla fine il Bayern (e giustamente) l’ha preso. Ma ora le partite saranno raddoppiate e sperano i padroni di casa qatarioti della squadra francese, così hanno preso l’allenatore argentino Pochettino per avere successo.

Tuttavia, quando il signor Neymar è tornato dall’infortunio, invece di mostrare serietà, ha ricominciato le sue foto … Le riserve per questo calciatore sono grandi. Anche Pochettino nell’incontro che ebbe con il direttore tecnico, Leonardo era preoccupato … Non sapeva cosa rispondere quando il secondo gli chiese perché Neymar fosse stato licenziato …

Il Paris ha eliminato il Barcellona agli ottavi grazie alla straordinaria prestazione di Bape, soprattutto al “Camp Nou” con 4-1 e le tre reti del giovane attaccante della nazionale (1-1 al Parc des Princes). e stanno aspettando di vedere cosa farà Neymar con il suo ritorno e nessuno è sicuro che con lui la squadra parigina farà meglio, contro i tedeschi di Hans-Dieter Flick.

Il fatto è, però, che il Parigi ha un’opportunità di prim’ordine ora che affronterà il Bayern per ottenere una grande vittoria, poiché sarà assente l ‘”artiglieria pesante” dei bavaresi, l’attaccante polacco Robert Lewandowski (infortunato) e non solo. che dovrà essere molto moderato e disciplinato, e soprattutto Neymar che supporta molti dirigenti tecnici, management e fan.

Ma il problema più grande per la squadra francese, forse, è qualcosa di più fondamentale. Il Paris Saint-Germain, più di ogni altro club, rappresenta la tensione nel cuore dell’élite del calcio moderno. Da un lato, il gioco è ora più sistematico e complesso. Dipende più che mai dalla presenza di un’unità coesiva. D’altronde, almeno fino ad ora in un gioco internazionale, la sua bandiera attuale, almeno in termini di notorietà, e la promozione del marchio, che si chiama Neymar, non ha mai potuto aiutarlo. Aspetta e vedi …

Foto in copertina dal web
Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali.
Membro del commitato calcistico  AIPS e della  IFFHS  World Statistics Federation .
Corrispondente speciale: France Football, A Bola, Mundo Deportivo, Discoveryfootball.com
Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: