Basket: NCAA, Baylor campione 2021. Gonzaga sconfitta per 86 a 70

Si è giocata nella notte italiana la tanto attesa finale del campionato universitario di basket americano ad Indianapolis. Il match tra i Bears della Baylor University ed i Bulldogs di Gonzaga non ha tradito le aspettative, offrendo ai telespettatori una sfida carica di emozioni, giocata a mille all’ora dall’inizio alla fine. Al termine della finalissima, a festeggiare il meritatissimo premio, è stata l’università texana guidata da coach Scott Drew, il quale ha tenuto fede alla dichiarazione che fece al suo arrivo in Texas nel lontano 2003: “Sono arrivato qui per portare Baylor a vincere il titolo”. E nel corso degli anni, con lavoro e dedizione, quelle parole si sono finalmente tramutate in realtà, con i Bears campioni NCAA per la prima volta nella loro storia.

Gonzaga, prima di stanotte mai sconfitta nell’arco di tutto il campionato, cercava la partita perfetta per aggiudicarsi il titolo, eguagliando peraltro il record di Indiana, con zero sconfitte appunto, ma ha trovato davanti a lei una squadra che il match perfetto è riuscita davvero ad esprimerlo, giocandolo a dovere su tutti e due i lati del parquet.

L’università texana è partita alla grande con parziali importanti, dimostrando da subito di essere in serata, anche con i tiri dalla lunga distanza (10 su 23), a differenza dei suoi avversari (5 su 17). Sempre avanti nella prima parte di gara, Baylor è riuscita a portarsi addirittura sul +20 a metà primo tempo e solo un ritorno dei Zags ha tenuto la partita aperta all’intervallo, con le due formazioni distanziate di 10 punti.

I parziali importanti messi a segno dai Bears e ancora di più l’alternanza per lo più perfetta tra giocate offensive e difensive, hanno reso vani gli attacchi dei Bulldogs (complici anche molte palle perse per Gonzaga), i quali dopo essere arrivati a 9 lunghezze dagli avversari, li hanno visti nuovamente allungare per poi non riprenderli più.

Partita stupenda di Jared Butler (Baylor) che con i suoi 22 punti, 3 rimbalzi e 7 assist a referto, è risultato essere il primo giocatore a mettere a segno almeno 20 punti e 7 assist dai tempi di Carmelo Anthony in una finale NCAA, non a caso, premiato al termine del match anche come miglior giocatore.

Per Gonzaga invece il migliore è stata la matricola Jalen Suggs con 22 punti e 3 assist, al contrario del più atteso Drew Timme che con i suoi 12 punti e 5 rimbalzi, non ha offerto ai suoi la spinta necessaria per rimanere in partita.

Serata di gloria insomma, più che meritata, per la texana Baylor autrice di una bellissima stagione e di un finale di torneo letteralmente perfetto. Anche la stessa Gonzaga però, nonostante la comprensibile delusione per la sconfitta nel match decisivo, deve far tesoro della straordinaria annata vissuta, nella quale ha espresso un buon basket ed ha dimostrato di aver gettato le basi giuste per puntare sempre più in alto.

Foto in copertina da Web – Articolo a cura di Roberto Viarengo.

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: